Firenze in diretta
Firenze, Domenica 9 Agosto 2020 - ore 11:11
 
RESTAURO DI PALAZZO MEDICI RICCARDI
RESTAURO DI PALAZZO MEDICI RICCARDI
Al via il progetto per i lavori

La Città Metropolitana di Firenze ha predisposto tutti i passaggi necessari per il restauro di Palazzo Medici Riccardi, la cui necessità si è evidenziata nell´ambito dei continui monitoraggi svolti dall´ente sulla sua storica sede.

Nel 2019, infatti, sono terminate le indagini di verifica dello stato di conservazione dei paramenti lapidei delle facciate del Palazzo, prospicienti via Cavour e via de Gori.

"Dalle verifiche effettuate - spiega Dario Nardella, Sindaco della Metrocittà - abbiamo potuto rilevare l´ammaloramento generale dei paramenti lapidei probabilmente dovuto alle vibrazioni prodotte nel tempo dal traffico o a eventi sismici anche di modesta entità che si sono verificati nel corso degli anni, ma anche a fattori inquinanti che contribuiscono al deterioramento delle pietre".

In particolare, la facciata che insiste su via Cavour è stata edificata in due momenti diversi: nella prima metà del 1400 quando Cosimo il Vecchio ne commissionò la costruzione a Michelozzo e nel periodo del suo ampliamento, voluto dalla famiglia Riccardi, nella seconda metà del 1600.

"Le pietre del bugnato - sottolinea Nardella - provengono dalle stesse cave ma sono state poste in opera con oltre 200 anni di differenza ed anche questo fatto ha determinato uno comportamento diverso dei paramenti lapidei. E´ perciò necessario un intervento di restauro e di consolidamento delle facciate, garantendo sicurezza alle persone e mantenimento del Palazzo".

Due le fasi previste dal piano di restauro. Nella prima via al montaggio di “ponteggi-laboratorio” che hanno come scopo quello di permettere l´accesso alle facciate per poter analizzare studiare e sperimentare interventi sui paramenti lapidei, determinando un quadro di conoscenze di dettaglio propedeutico alla fase propria di progettazione.

Al momento sono già stati montati tre piccoli ponteggi sulle porzioni di facciate che presentano un indice di criticità più alto. Gli interventi di studio sono stati avviati alla fine di giugno.

A partire poi dalla metà di luglio saranno montati altri due ponteggi, di dimensioni maggiori: il primo sulla facciata di via Cavour e l’altro sulla facciata di via De Gori, in posizioni scelte sulla base dei risultati degli studi effettuati. Ciò consentirà l´ulteriore prosecuzione delle indagini.

Lo studio dei paramenti lapidei avverrà con l’ausilio delle più moderne e sofisticate attrezzature messe a disposizione dell’Università ed avrà anche uno scopo didattico con la presenza di studenti che potranno accedere ai ponteggi-laboratorio.

Nella seconda fase sarà realizzato il progetto di restauro vero e proprio, entro i primi del 2021, e poi si procederà al bando di gara per l’esecuzione dei lavori di restauro.

A tale scopo la città Metropolitana di Firenze ha già messo in bilancio per il 2021 una prima tranche di finanziamenti per 1,5 milioni di euro.


08/07/20

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
I 600 ANNI DELLA CUPOLA DEL DUOMO
 
I 600 ANNI DELLA CUPOLA DEL DUOMO
Apertura fino alle 21 dal 7 agosto

Il 7 agosto 1420, 600 anni fa, l´Opera di Santa Maria del Fiore dà avvio alla costru ...

LE MANI DI QUINN ESPOSTE A BOBOLI
 
LE MANI DI QUINN ESPOSTE A BOBOLI
Messaggio di speranza e di attenzione alla natura

Per un mese sarà esposto in anteprima nel Giardino di Boboli ‘Give’ di Lorenzo ...

RIAPRE IL MUSEO DEL BARGELLO
 
RIAPRE IL MUSEO DEL BARGELLO
Da martedì 4 agosto

Da martedì 4 agosto il Museo Nazionale del Bargello riaprirà al pubblico: cittadini ...

RIAPRE LA CAPPELLA BRANCACCI
 
RIAPRE LA CAPPELLA BRANCACCI
Da venerdì 7 agosto

Riaprirà il 7 agosto la Cappella Brancacci, che custodisce i capolavori di Masaccio e Maso ...

COLLEZIONE DEL BRAVO AGLI UFFIZI
 
COLLEZIONE DEL BRAVO AGLI UFFIZI
La più grande donazione dal dopoguerra

Un tesoro di 455 opere d’arte, tra dipinti, sculture e disegni dal ‘500 al ventunesim ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.