Firenze in diretta
Firenze, Mercoledì 5 Agosto 2020 - ore 15:42
 
COVID-19 IN RSA E RSD
COVID-19 IN RSA E RSD
I sindacati denunciano: almeno 75 casi

Dopo i casi di positività al Coronavirus rilevati nella giornata di ieri che hanno visto ospiti di Rsa positivi a Dicomano e a San Godenzo, oggi i sindacati lanciano un ulteriore grido di allarme.

´In queste ore riceviamo dalle lavoratrici e dai lavoratori delle Rsa e Rsd, le residenze per anziani e per disabili sul territorio, notizie preoccupanti sulla situazione in relazione ai crescenti casi di ospiti positivi al Covid19. - fanno sapere i sindacati in una nota - Ne risultano già almeno 75 in 9 strutture dell’area della città metropolitana.

Siamo preoccupati non solo dai numeri che, se pur importanti, sono il frutto di auspicate indagini di laboratorio a tutti i residenti di quelle strutture. Anzi pensiamo che come per tutti gli operatori della sanità, anche per le Rsa e le Rsd debbano essere fatti test di laboratorio in maniera periodica all’intera popolazione, ospiti e operatori, così da individuare e isolare i positivi. A fronte di casi positivi, i test agli operatori devono essere fatti rapidamente, mentre registriamo ritardi di diversi giorni. E servono anche alberghi sanitari per gli operatori pubblici e privati che non possono isolarsi a domicilio.

Quello che ci preoccupa è che le Rsa e le Rsd non sono strutture adeguate a gestire i casi di Covid positivo, sono strutture dove risiede una popolazione fragile, sono strutture non attrezzate per affrontare questa emergenza, e con certe caratteristiche, anche dal punto di vista dell’assistenza, che non le possono rendere adeguate nemmeno in futuro.

L’isolamento nelle camere singole è vanificato nei fatti da organizzazioni del lavoro che vedono i pochi operatori, spesso assistenti di base senza il titolo di Oss, a svolgere le proprie mansioni per tutti gli ospiti all’interno del turno, come per il personale infermieristico che spesso lavora addirittura su più strutture.

Nelle Rsa e Rsd il virus non deve entrare, e pertanto devono essere rafforzate le misure di contenimento del rischio con modalità organizzative rigide e dispositivi di protezione individuale che rileviamo generalmente carenti nelle strutture.

Dove invece i casi positivi ci sono, come nelle Rsa di San Godenzo e di Dicomano, bisogna che la gestione sia presa in carico direttamente dalla Usl. Non è sostenibile che agli ospiti positivi in struttura l’assistenza continui ad essere garantita da pochi operatori la notte, senza infermieri in turno.

La sicurezza dei residenti fragili delle strutture e degli operatori, come la sicurezza degli operatori della sanità, deve essere la priorità per vincere il Covid19. Su tutte queste questioni abbiamo allertato Usl e Prefetto di Firenze.´


30/03/20

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
ABBANDONO DI RIFIUTI
 
ABBANDONO DI RIFIUTI
Scoperti e multati tre trasgressori

Continuano i controlli della Polizia Municipale sull’abbandono e sul corretto conferimento ...

TIR PERDE RIFIUTI ORGANICI
 
TIR PERDE RIFIUTI ORGANICI
Denunciato il titolare dell´azienda

Un tir che stava trasportando rifiuti organici da Salerno a Pavia è stato fermato dalla po ...

RICORDATA LA STRAGE DEL FOCARDO
 
RICORDATA LA STRAGE DEL FOCARDO
Dove fu trucidata la famiglia Einstein

L´Amministrazione Comunale di Rignano sull´Arno stamani ha ricordato la "Strage del Focardo" in c ...

COVID-19: 9 NUOVI POSITIVI
 
COVID-19: 9 NUOVI POSITIVI
15 le persone ricoverate

In Toscana sono 10.498 i casi di positività al Coronavirus, 9 in più rispetto a ier ...

ANZIANO SCOMPARSO DA DUE GIORNI
 
ANZIANO SCOMPARSO DA DUE GIORNI
Appello del figlio per ritrovarlo

Un uomo di 83 anni, Alvaro Andreucci, è scomparso due giorni fa dalla sua casa di Rovezzan ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.