Firenze in diretta
Firenze, Giovedì 24 Agosto 2017 - ore 10:53
 
  DI CHE VIA SEI?
<strong>BENEDETTO VARCHI</strong>
BENEDETTO VARCHI
Il sostenitore del fiorentino parlato

Questa volta la via ci è stata richiesta da Vinicio è una strada che si trova a Firenze, ed è Via Benedetto Varchi.

Benedetto Varchi nacque a Firenze nel 1503 anche se la famiglia di suo padre era originaria di Montevarchi. Ricevette da subito una formazione umanistica, ma a 18 anni andò a studiare giurisprudenza all´università di Pisa diventando notaio. Professione che esercitò per pochissimo tempo, preferendo invece dedicarsi alle lettere.

Quando il padre morì ottenne una notevole sostanza che utilizzò per istruirsi nel provenzale e nel greco. Repubblicano si unì agli Strozzi e dovette fuggire da Firenze, errando tra Venezia, Padova e Bologna.

Dato fondo a tutte le sue sostanze, nel 1543 fu richiamato a Firenze dal duca Cosimo I de´ Medici per scrivere le ´Storia Fiorentina´. Il Varchi accettò e Cosimo gli dette, oltre a diversi incarichi onorifici, anche villa La Topaia. 

C´è da dire che nella sua ´Storia Fiorentina´ mantenne sempre un´equità di giudizio, evitando le lodi di Cosimo, che gliel´aveva commissionata e facendo un´accurata descrizione degli eventi di quegli anni.

Varchi commentò Dante e Petrarca all´Accademia Fiorentina e fu un grande sostenitore del fiorentino parlato da utilizzare come lingua di riferimento. Varchi considerava la lingua parlata addirittura superiore a quella scritta, perchè da quella gli autori dovevano prendere spunto.

Benedetto rilanciò il primato letterario e linguistico di Firenze nel dialogo ´L´Ercolano´.

Tra le sue opere: Sonetti (1555-57), Capitoli, Canti carnascialeschi, egloghe, versi latini, Orazioni, e una commedia, La suocera (1569).

Benedetto Varchi negli ultimi anni della sua vita fu ordinato sacerdote, morì a Firenze nel 1565.

Sara Aldobrandi

  Bookmark and Share
 
 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.