Firenze in diretta
Firenze, Mercoledì 15 Luglio 2020 - ore 10:25
 
´I MUSEI RESTITUISCANO I DIPINTI ALLE CHIESE´
´I MUSEI RESTITUISCANO I DIPINTI ALLE CHIESE´
La proposta di Schmidt per un museo diffuso

La proposta è di quelle che possono cambiare il volto della città e a lanciarla è il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt.

´Credo che il momento sia giunto. I musei statali compiano un atto di coraggio e restituiscano dipinti alle chiese per i quali furono originariamente creati.

Il caso forse più importante di un capolavoro sottratto al suo contesto originale si trova proprio agli Uffizi ed è la Pala Rucellai di Duccio di Buoninsegna, che nel 1948 fu portata via dalla basilica di Santa Maria Novella´.

Schmidt sottolinea che questo sarebbe un modo perfetto per creare quel museo diffuso pensato da Antonio Paolucci, che in un periodo come l´attuale permetterebbe anche di separare i flussi di turisti.

Inoltre, ha sottolineato il direttore, riportare i dipinti nei luoghi sacri per i quali furono creati, permetterebbe di ammirarli nel giusto contesto architettonico-spaziale e in rapporto con le altre opere d´arte.

Schmidt ha anche proposto di creare un ordine professionale per le guide turistiche e gli educatori museali, in modo da garantire la buona salute del settore.

La vicepresidente della Toscana e assessora alla cultura, Monica Barni, commenta favorevolmente le parole del direttore degli Uffizi: “Trovo che la proposta lanciata da Eike Schmidt sia di grande interesse e intelligenza. E la trovo soprattutto in sintonia con un orientamento che la Regione ha sempre avuto ben chiaro: la chiave è valorizzare i presidi della cultura diffusa nel territorio, anche perché così diventa più facile costruire un rapporto solido e consapevole con le comunità”.

“Naturalmente – precisa – un’idea come questa richiede che si valutino e si studino accuratamente tutte le questioni relative alla sicurezza delle opere e alle condizioni della loro fruibilità. Ma è una prospettiva di lavoro seria, e tanto più lo è adesso dovendo fare i conti con la realtà creata dalla pandemia, che così pesantemente sta incidendo sulla vita culturale e sulle istituzioni della cultura”.

Sara Aldobrandi


28/05/20

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
NELLA DIVINA ACCADEMIA
 
NELLA DIVINA ACCADEMIA
Un video per raccontare le opere in modo diverso

È l’ora di chiusura, la Galleria dell’Accademia di Firenze si svuota dei visit ...

IL PARLAMENTO A PALAZZO VECCHIO
 
IL PARLAMENTO A PALAZZO VECCHIO
L´Università trova le tracce

Firenze fu capitale del Regno d´Italia dal 1865 al 1871. E come tale ospitò il Parlamento. ...

RESTAURO DI PALAZZO MEDICI RICCARDI
 
RESTAURO DI PALAZZO MEDICI RICCARDI
Al via il progetto per i lavori

La Città Metropolitana di Firenze ha predisposto tutti i passaggi necessari per il restaur ...

RIAPRE FORTE BELVEDERE
 
RIAPRE FORTE BELVEDERE
E il complesso di Santa Maria Novella

Riaprono al pubblico due grandi poli culturali fiorentini: il complesso museale di Santa Maria No ...

GALLERIA DELL´ACCADEMIA
 
GALLERIA DELL´ACCADEMIA
Esteso l´orario di apertura

La Galleria dell’Accademia di Firenze, da martedì 7 luglio, amplia l’orario di ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.