Firenze in diretta
Firenze, Mercoledì 15 Luglio 2020 - ore 01:13
 
NOZZE D´ORO A PALAZZO VECCHIO
NOZZE D´ORO A PALAZZO VECCHIO
600 coppie festeggiano San Valentino

“Siete un esempio. Con la vostra esperienza potete ispirare tanti giovani. Mi affido a voi affinché possiate infondere loro tanto coraggio per vivere il matrimonio, che è un progetto di vita importante. In una società in cui si fa tutto e subito, in cui ci si annoia e si consuma tutto velocemente non abbiamo la forza, la pazienza, la determinazione e la passione di portare avanti progetti per tutta la vita, quasi spaventano. È importante invece affrontare e superare insieme le difficoltà e i problemi che la vita presenta. E i vostri 50 anni insieme ci dimostrano che è possibile”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella alle oltre 300 coppie di sposi che quest’anno festeggiano le nozze d’oro e che questa mattina erano nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio per festeggiare San Valentino con l’iniziativa ‘Nozze d’oro a Palazzo Vecchio’. Nel pomeriggio ci sarà il secondo turno della’iniziativa, alla quale parteciperanno altrettante coppie.

“Oggi più di ieri è difficile costruire qualcosa per tutta la vita - ha continuato Nardella -. L’Italia del dopoguerra non era un’Italia in una buona salute, ma nonostante i tanti problemi economici c’erano fiducia, speranza e voglia di futuro. L’Italia di oggi è molto più ricca eppure c’è meno fiducia e meno speranza. Credo, quindi, che sia importante parlarsi, ascoltarsi, prendere esempio dagli altri e confrontarsi”. Il sindaco, rivolgendosi alle coppie presenti nel Salone dei Cinquecento, ha chiesto di “contagiare i concittadini più giovani di quella speranza e di quella fiducia che nutrivate e nutrite ancora”.

Durante la cerimonia Nardella ha ricordato Narciso Parigi, scomparso poco meno di un mese fa, e ha suonato al violino la canzone ‘La porti un bacione a Firenze’, dedicandola a Parigi e agli sposi d’oro. “Volevo molto bene a Narciso con cui condividevo l’amore per la musica”, ha dichiarato il sindaco.

Nel suo intervento Nardella ha citato anche Dante Alighieri che nella Divina Commedia parla molto di amore: “Io festeggio i vostri cuori gentili - ha detto rivolgendosi alle coppie - che si sono lasciati conquistare in modo profondo e perdurante dall’amore, che poi si trasforma nel corso del tempo e si arricchisce di complicità, comprensione, amicizia”. “La cosa più bella è che noi abbiamo il privilegio di vivere a Firenze - ha affermato Nardella - e anche la bellezza di questa città fa da cornice al nostro amore e al nostro progetto di vita. Io credo al fatto che alcune città abbiano uno spirito particolare. Non a caso Giorgio la Pira definiva Firenze la seconda Gerusalemme”.


14/02/20

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
IL MAGGIO INAUGURA LA CAVEA
 
IL MAGGIO INAUGURA LA CAVEA
Due opere con interpreti d´eccezione

Per la prima volta, eccettuati comunque un paio di sporadici episodi, il Maggio Musicale Fiorenti ...

RICOMINCIA IL MAGGIO METROPOLITANO
 
RICOMINCIA IL MAGGIO METROPOLITANO
Prima data a Pelago, poi a Sesto Fiorentino

Dopo il grande successo di pubblico negli anni precedenti, riparte il Maggio Metropolitano con la ...

700 ANNI DALLA MORTE DI DANTE
 
700 ANNI DALLA MORTE DI DANTE
Mostra speciale a Forlì con opere degli Uffizi

Nell’ambito delle celebrazioni nazionali dei settecento anni dalla morte di Dante Alighieri ...

MAGGIO: AUMENTO DI 400 POSTI
 
MAGGIO: AUMENTO DI 400 POSTI
Il concerto del 7 luglio offerto a chi ha rinunciato ai rimborsi

Grazie all’ordinanza firmata dal governatore della Regione Toscana Enrico Rossi che permett ...

SAN GIOVANNI AL CUBO SU TV E WEB
 
SAN GIOVANNI AL CUBO SU TV E WEB
Firenze, Genova e Torino festeggeranno insieme 

Il prossimo 24 giugno i festeggiamenti di San Giovanni, a causa delle misure di contenimento dell ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.