Firenze in diretta
Firenze, Sabato 7 Dicembre 2019 - ore 13:04
 
APPALTI PULIZIE SCUOLA
APPALTI PULIZIE SCUOLA
215 esuberi in Toscana

Continua l’agitazione delle addette alla pulizia e alla sorveglianza nelle scuole in appalto: la motivazione riguarda l’internalizzazione del personale in appalto nel mondo scuola, che avverrà - stando a quando detto dal Governo - per decreto dal primo gennaio. Un traguardo che arriva dopo anni di lotte ma che a qualcuno sarà precluso: il bando statale prevede oltre 10 mila assunzioni, ma attualmente in Italia le lavoratrici di questo settore sono circa 16 mila e - ad oggi, stando ai parametri inseriti nel bando - molte di loro (4.725) non hanno i requisiti per partecipare.

In Toscana, per 823 lavoratrici impiegate oggi sull’appalto, ci sono 608 posti disponibili, “quindi un esubero pari a 215 lavoratrici, rischiano di rimanere senza lavoro e questo è inaccettabile”, dicono Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UilTrasporti Toscana che oggi a Firenze in piazza Duomo davanti alla Regione, insieme a tante lavoratrici, hanno tenuto una assemblea pubblica per alzare l’attenzione sulla vertenza (all’interno di una mobilitazione nazionale). Nell’occasione, una delegazione di sindacalisti e manifestanti è stata ricevuta alla Presidenza del Consiglio regionale. I 215 esuberi toscani sono così ripartiti per provincia: Arezzo 9, Firenze 46, Grosseto 21, Livorno 46, Lucca 52, Massa Carrara 15, Pisa 7, Pistoia 2, Prato 7, Siena 10.

“Sono mesi che chiediamo al Governo un confronto che interessi tutti i Ministeri interessati, Istruzione, Lavoro, Economia, perché è solo con un confronto articolato che i possono trovare le soluzioni ad una vertenza che si trascina da decenni, e individuare dei percorsi per salvaguardare anche chi ha storie lavorative diverse - hanno spiegato Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UilTrasporti Toscana -. Vanno trovate soluzioni che abbiano il segno della solidarietà e dell’inclusione e che rappresentino una risposta complessiva al tema della precarietà, per non dividere e contrapporre i lavoratori. Il Governo e la politica devono intervenire anche alla luce del colpevole comportamento delle imprese che hanno aperto la procedura di licenziamento collettivo per tutti i 16 mila lavoratori. Non si permetta che un’importante, positiva stabilizzazione per migliaia di lavoratori produca anche migliaia di licenziamenti, così si rischia uno dei più grandi licenziamenti della storia”.


21/11/19

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
TEMPERATURE IN CALO
 
TEMPERATURE IN CALO
Occhio ai contatori dell´acqua

Considerato l’abbassamento delle temperature, soprattutto notturne, previsto per la met&agr ...

23 NUOVI ALBERI IN PIAZZA PIER VETTORI
 
23 NUOVI ALBERI IN PIAZZA PIER VETTORI
Donati dalla Compagnia di Babbo Natale

Piazza Pier Vettori si arricchisce con 23 nuovi alberi donati dalla Compagnia di Babbo Natale. Al ...

INFERMIERI E OSS PER ASL TOSCANA CENTRO
 
INFERMIERI E OSS PER ASL TOSCANA CENTRO
In arrivo 216 dipendenti entro gennaio

Sono e saranno garantiti nei reparti ospedalieri dell’Azienda Usl Toscana centro i requisit ...

FIERA DEL LAVORO ALLA FORTEZZA
 
FIERA DEL LAVORO ALLA FORTEZZA
Settemila domande per settecento posti

La Fortezza da Basso di Firenze, vetrina della creatività e dell´economia toscana, o ...

CICLOPISTE IN RIVA ALL´ARNO
 
CICLOPISTE IN RIVA ALL´ARNO
Riqualificazione dei percorsi dell´Albereta e del Girone

Dal ponte di Verrazzano a quello di Varlungo attraverso il parco dell’Albereta su una ciclo ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.