Firenze in diretta
Firenze, Sabato 21 Settembre 2019 - ore 08:01
 
INFERMIERA AGGREDITA A SOLLICCIANO
INFERMIERA AGGREDITA A SOLLICCIANO
Ha avuto una prognosi di 10 giorni

Un´infermiera è stata aggredita nel carcere di Sollicciano e a darne notizia, alcuni giorni dopo, è l´Ordine Professioni Infermieristiche Firenze-Pistoia.

«Purtroppo ci troviamo ancora una volta a raccontare un episodio di violenza ai danni del personale infermieristico. Un fatto che ci porta nuovamente a sottolineare la necessità di migliorare il contesto in cui gli infermieri si trovano ad operare, per tutelare il loro lavoro e, insieme, la salute dei pazienti. Alla collega infermiera aggredita a Sollicciano va intanto tutta la nostra vicinanza e solidarietà». Sono le parole di Danilo Massai, presidente di Opi Firenze-Pistoia.

I fatti risalgono al 14 agosto ma sono stati resi noti solo adesso, dopo che è stata almeno in parte chiarita la dinamica dell’accaduto. Un’infermiera dello Studio Auxilium, studio titolare della gestione dei servizi infermieristici in alcuni carceri della Toscana, si trovava all’interno dell’infermeria, nel settore femminile del carcere di Sollicciano. Ad un certo punto, intorno alle 12.30, per motivi ancora da capire, una detenuta avrebbe fatto irruzione nell’infermeria, aggredendo senza apparente motivo l’infermiera, colpendola con alcuni pugni e strappandole una ciocca di capelli. Grazie all’intervento di una Oss presente nei locali sanitari e che è intervenuta sentendo le grida di aiuto, la detenuta è stata bloccata ed allontanata anche con l’intervento della polizia penitenziaria giunta poco dopo nei locali sanitari. L’infermiera, recatasi al pronto soccorso del San Giovanni di Dio per le cure necessarie se l’è cavata con una prognosi di 10 giorni ed ha chiesto di poter tornare prima possibile a lavoro.

«In questi giorni abbiamo già avuto un primo incontro per discutere dell’accaduto con i vertici della Usl Centro Toscana e con la Direzione Sanitaria dell’istituto penitenziario di Sollicciano – spiega Stefano Chivetti, presidente dello Studio Auxilium – prendendo atto della volontà sia della Direzione Sanitaria, che dei vertici della struttura carceraria di voler porre in essere una serie di azioni volte a migliorare la situazione e a individuare soluzioni condivise per il futuro».


21/08/19

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
SVASTICA DAVANTI AL MUSEO NOVECENTO
 
SVASTICA DAVANTI AL MUSEO NOVECENTO
La condanna del sindaco e dell´assessore Sacchi

Una svastica è stata incisa sui gradini del Museo Novecento, proprio vicino a una lapide c ...

DICIANNOVENNE CADE DA UNA TERRAZZA
 
DICIANNOVENNE CADE DA UNA TERRAZZA
Ricoverato in gravi condizioni in ospedale

Un diciannovenne inglese è caduto da un terrazzino in una corte interna in via San Gallo e ...

A1 CHIUSA LA DIRETTISSIMA
 
A1 CHIUSA LA DIRETTISSIMA
Nella notte tra giovedì 12 e venerdì 13

Sulla A1 Milano-Napoli Direttissima, per programmati lavori di ordinaria manutenzione degli impia ...

GIOVANE MUORE IN UN INCIDENTE
 
GIOVANE MUORE IN UN INCIDENTE
Travolto da un tir sull´A12

Il ventisettenne fiorentino, Lorenzo Lunghi, è morto ieri in un incidente stradale avvenut ...

CENTURIONE IMPORTUNA I TURISTI
 
CENTURIONE IMPORTUNA I TURISTI
Identificato dalla polizia un quarantenne

Un quarantenne rumeno, senza fissa dimora e già conosciuto dalle forze dell´ordine, si &eg ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.