Firenze in diretta
Firenze, Mercoledì 20 Novembre 2019 - ore 05:04
 
BOATENG SI PRESENTA
BOATENG SI PRESENTA
´Prendo la 10 per fare grandi cose´

La Fiorentina ha presentato Kevin-Prince Boateng, oggi nella sala stampa ‘Manuela Righini’ dello Stadio Artemio Franchi.

RUOLO.“Io mi sono sempre divertito tantissimo davanti. Mi piace star vicino alla porta per fare gol e assist, come trequartista o esterno oppure punta come negli ultimi anni. Mi è sempre piaciuto giocare lì e credo che questa sia anche l’idea dell’allenatore. Credo sia una cosa buona avere un giocatore che può giocare in tanti ruoli. Penso di giocare davanti anche se sono qui da pochi giorni”.

MOTIVAZIONI. “Sicuramente a 32 anni mi posso motivare da solo, ma Pradè mi ha chiamato tante volte convincendomi a venire qua. Già questo discorso umano mi è piaciuto. Poi ci sono tanti giovani da far crescere e già questa è una motivazione importante per me: ci sono 3-4 giovani veramente forti. Io li voglio aiutare. Poi voglio fare bene io e voglio lasciare qualcosa di buono, dato che ho ancora pochi anni a disposizione per giocare. Voglio far vedere qualcosa ancora ai miei figli che mi guardano”.

SCORSA STAGIONE. “I primi sei mesi sono andati bene al Sassuolo. Devo ringraziare il presidente, Pradè e Joe Barone perché non è facile credere in un giocatore che negli ultimi sei mesi non ha giocato. Ho fatto una bella esperienza a Barcellona giocando con i più forti del mondo, però non ho avuto molta soddisfazione. Ho la fiducia dell’allenatore e della società e voglio far divertire i tifosi, la squadra ma soprattutto me stesso. Speriamo di poter festeggiare tutti insieme”.

PROGETTO. “Certamente mi hanno detto che ci sono tanti giovani, e vogliono fare una squadra che cresca tanti anni insieme. Poi certamente speriamo di vincere un giorno. Oltre ai giovani però ci saranno anche due o tre giocatori d’esperienza, per arrivare più in alto possibile. Con i tifosi ho sempre un po’ di dubbi perché ho giocato in tanti club, ma li ringrazio per l’accoglienza”.

SENTIMENTI. “C’erano club interessati in Germania, dopo mi hanno chiamato Commisso, Joe Barone e Pradè con parole importanti. Certamente ho fatto questa scelta anche per la mia famiglia. Io amo l’Italia, mi piace mangiare e mi hanno detto che qui si mangia bene (ride ndr)”.

CHIESA. “Lui è stato subito molto aperto con me. Tutti dicevano che era forte e vedendolo da avversario magari non ti rendi conto quanto è forte. Vedendolo in allenamento devo dire che è fortissimo. Non so chi può fermarlo. Contentissimo che rimanga qua. Ci capiamo fuori dal campo e anche in campo”.

NUMERO MAGLIA. “Prendo la 10. Un numero importante perché lo hanno indossato giocatori fortissimi. L’ho preso perché son venuto qua per fare grandi cose, non per scherzare”.

BARCELLONA. “Un’esperienza importante. Mi sono allenato con Messi e l’ho detto pure a lui che finalmente potevo giocarci insieme. Perché se giochi contro perdi sempre. Lascio Barcellona un po’ triste perché le cose non sono andate come speravo però sono ancora determinato”.

FIORENTINA NELLA SCORSA STAGIONE. “Una cosa che non mi manca è la personalità. Io voglio prendermi più responsabilità possibile, così da far giocare con più tranquillità gli altri. Ho fatto tante cose di cui non sono orgoglioso. Voglio fare bene e non vedo l’ora di allenarmi con tutto il gruppo”.

VLAHOVIC. “Fortissimo anche lui. Ha i colpi che non fanno tanti. Ha tutto per diventare importante in qualsiasi campionato. Posso dire che assomiglia a Ibra. Lo voglio indirizzare bene perché può diventare veramente fortissimo. Secondo me lui ancora non crede in questa cosa, anche quest’anno. Voglio che lui ci creda perché può cambiare le partite”.

LIROLA. “Da quando è arrivato al Sassuolo è migliorato tanto. Credo che sia uno dei migliori terzini della Serie A: ha fatto 6 assist e 2 gol. Giocatore velocissimo che recupera anche gli errori degli altri”.

SCELTA BARCELLONA. “Sicuramente ci ripenserei meglio, ma la rifarei perché a 32 anni non puoi dire di no al Barcellona. Se era a 22 anni magari dopo 3 anni magari potevo avere ancora una possibilità. Posso dire di aver giocato titolare al Nou Camp”.

MATURITA’. “Con l’età ho capito cosa serve per essere professionista. Prima quando ero giovane ero un pazzo, andavo in giro e facevo le feste. Oggi certamente non lo faccio più. I giovani devono festeggiare ma con la testa giusta”.

FONTE: fiorentina.it


06/08/19

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
TORNA LA FIRENZE MARATHON
 
TORNA LA FIRENZE MARATHON
Domenica 24 novembre

Nuovo appuntamento con la Firenze Marathon: domenica 24 migliaia di atleti si cimenteranno sul pe ...

MONTELLA: SONO STATI SUPERIORI
 
MONTELLA: SONO STATI SUPERIORI
E´ mancata la reazione della squadra

Vincenzo Montella parla ai microfoni di Dazn dopo la pesante sconfitta rimediata dalla Fiorentina ...

TRACOLLO VIOLA A CAGLIARI
 
TRACOLLO VIOLA A CAGLIARI
Vlahovic l´unica nota positiva

La partita che Montella aveva descritto come un crocevia per capire dove la Fiorentina sarebbe po ...

MONTELLA: CAGLIARI RIVELAZIONE
 
MONTELLA: CAGLIARI RIVELAZIONE
Capiremo dove possiamo arrivare

Vincenzo Montella parla in sala stampa, alla vigilia del match contro il Cagliari: “Il Cagl ...

CASTROVILLI CONVOCATO IN NAZIONALE
 
CASTROVILLI CONVOCATO IN NAZIONALE
E´ la prima volta per il centrocampista viola

Gaetano Castrovilli è stato convocato in Nazionale dal Ct Roberto Mancini. E´ la pirma vol ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.