Firenze in diretta
Firenze, Domenica 21 Aprile 2019 - ore 15:13
 
RECUPERATO IL CORPO DI ORSETTI
RECUPERATO IL CORPO DI ORSETTI
I genitori: ´I combattenti non siano processati´

La famiglia di Lorenzo Orsetti, caduto da combattente volontario in Siria per mano dell´Isis, e i rappresentanti della comunità kurda della Toscana hanno incontrato questa mattina a Palazzo Vecchio i giornalisti.

Il padre Alessandro, la madre Annalisa, lo zio Luca, la sorella minore Chiara hanno testimoniato la loro esperienza e condiviso l´emozione dei momenti terribili vissuti dopo aver appreso la notizia della morte di Lorenzo.

Il padre ha confermato che i curdi hanno recuperato il corpo di Lorenzo e a lui e a sua moglie spetta la decisione se riportarlo a Firenze o seppellirlo in Siria, come avrebbe voluto il ragazzo.

I genitori di Lorenzo hanno anche puntato l´attenzione sul fatto che: ´Altri ragazzi che sono andati a combattere contro l´Isis e sono tornati in Italia, ora vengono processati, ed è vergognoso che vengano processati.´

"Siamo al loro fianco – hanno dichiarato Grassi, Verdi e Amato –. Raccogliamo l´invito del babbo di Lorenzo di impegnarci perché i ragazzi e le ragazze che compiono la sua stessa scelta, quella di lottare per la libertà del popolo kurdo, non siano trattati come criminali da tenere sotto controllo al rientro in Italia. Un destino che sarebbe stato anche quello di Lorenzo, se solo fosse scampato all´agguato dove ha trovato la morte insieme ai propri compagni. Sosterremo ogni iniziativa per ricordare un partigiano e un fiorentino che lascia molto alla sua città: un´eredità di ideali che non andranno persi".

Daniele Calosi, Segretario Generale Fiom Cgil Firenze ha proposto di dare a Lorenzo Orsetti il Fiorino d´Oro.

´Orso era un ragazzo fiorentino di appena 33 anni. Ha scelto di andare a combattere contro il fondamentalismo islamico, affrontando una pericolosa traversata dell’Europa, per unirsi ai partigiani curdi, da sempre in lotta per la propria autodeterminazione, per la Democrazia, l’Eguaglianza, la Libertà. “Orso” non era un bandito. Era un partigiano del nuovo millennio. Penso Firenze debba rendergli onore, ricordandolo col Fiorino d’Oro per la Resistenza, per questa nuova Resistenza.´


20/03/19

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
TERREMOTO IN ALTO MUGELLO
 
TERREMOTO IN ALTO MUGELLO
Nessun ferito, nè danni

Stanotte intorno alle 1,25 c´è stata una scossa di terremoto, che ha avuto come epicentro ...

MAGGIO NEL PARCO DI PRATOLINO
 
MAGGIO NEL PARCO DI PRATOLINO
Gli eventi in programma

Prosegue anche per il mese di maggio il ricco programma di visite guidate, gratuite ma con prenot ...

TRENTENNE MALTRATTA I GENITORI
 
TRENTENNE MALTRATTA I GENITORI
Il padre costretto ad andare in ospedale

Maltrattamenti in famiglia, questa l´accusa per un trentenne di Grassina che già da tempo ...

UBRIACHI DANNEGGIANO SCOOTER E BICI
 
UBRIACHI DANNEGGIANO SCOOTER E BICI
Denunciati due ventenni

Due studenti spagnoli di 22 e 24 anni sono stati denunciati per aver danneggiato la notte scorsa ...

STOP AI BIVACCHI IN VIA DEI NERI
 
STOP AI BIVACCHI IN VIA DEI NERI
Torna l´ordinanza anti-panino

Da oggi in via dei Neri, nel Piazzale degli Uffizi, in piazza del Grano e in via della Ninna, fin ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.