Firenze in diretta
Firenze, Sabato 20 Aprile 2019 - ore 07:18
 
IL TESTAMENTO DI LORENZO ORSETTI
IL TESTAMENTO DI LORENZO ORSETTI
La famiglia: ´Siamo orgogliosi di lui´

Lorenzo Orsetti, come tutti i miliziani che vanno a combattere in Siria, aveva preparato una sorta di testamento, ben cosciente che sarebbe potuto morire. Ieri questa lettera è stata pubblicata sul suo profilo Facebook dall´amico a cui l´aveva affidata.

"Ciao, se state leggendo questo messaggio significa che non sono più in questo mondo. Beh, non rattristatevi più di tanto, mi sta bene così. Non ho rimpianti, sono morto facendo quello che ritenevo più giusto, difendendo i più deboli e rimanendo fedele ai miei ideali di giustizia, eguaglianza e libertà. Quindi, nonostante questa prematura dipartita, la mia vita resta comunque un successo, e sono quasi certo che me ne sono andato con il sorriso sulle labbra. Non avrei potuto chiedere di meglio. Vi auguro tutto il bene possibile e spero che anche voi un giorno (se non l’avete già fatto) decidiate di dare la vita per il prossimo, perché solo cosi si cambia il mondo. Solo sconfiggendo l’individualismo e l’egoismo in ciascuno di noi si può fare la differenza. Sono tempi difficili, lo so, ma non cedete alla rassegnazione, non abbandonate la speranza. Mai! Neppure per un attimo. Anche quando tutto sembra perduto, e i mali che affliggono l’uomo e la terra sembrano insormontabili, cercate di trovare la forza, e di infonderla nei vostri compagni. È proprio nei momenti più bui che la vostra luce serve. E ricordate sempre che «ogni tempesta comincia con una singola goccia». Cercate di essere voi quella goccia. Vi amo tutti, spero farete tesoro di queste parole.

Serkeftin! Orso, Tekoser, Lorenzo"

I suoi genitori, distrutti dal dolore, hanno però trovato la forza di dire qualche parola ai cronisti: ´Lorenzo non sopportava di stare, così diceva lui, nel menefreghismo. Era partito come altri che vogliono testimoniare ai curdi che c’è un mondo che pensa a loro e che è pronto a far conoscere all’Italia chi sono i curdi e per che cosa combattono. Siamo orgogliosi di lui.´


19/03/19

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
STOP AI BIVACCHI IN VIA DEI NERI
 
STOP AI BIVACCHI IN VIA DEI NERI
Torna l´ordinanza anti-panino

Da oggi in via dei Neri, nel Piazzale degli Uffizi, in piazza del Grano e in via della Ninna, fin ...

GUIDA UN MOTORINO RUBATO
 
GUIDA UN MOTORINO RUBATO
Aveva anche la patente revocata

Mercoledì mattina una pattuglia dell’Autoreparto è intervenuta in ausilio all ...

CONTROLLO DEI CAPANNONI ABBANDONATI
 
CONTROLLO DEI CAPANNONI ABBANDONATI
Potrebbero essere utilizzati per lo smaltimento illegale di rifiuti

Massima attenzione ai capannoni industriali sfitti che possono rappresentare una risorsa per le o ...

TREMILA SCOUT A BILANCINO
 
TREMILA SCOUT A BILANCINO
Per il raduno regionale di San Giorgio

Tremila giovani da tutta la Toscana si troveranno dal 23 al 25 aprile allŽOasi naturalistica di G ...

IL 28 APRILE LŽULTRA TRAIL MUGELLO
 
IL 28 APRILE LŽULTRA TRAIL MUGELLO
Due percorsi per 700 atleti

Ultra Trail Mugello: domenica 28 aprile è la data da cerchiare in rosso sul calendario. Pe ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date unŽocchiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITAŽ DŽALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.