Firenze in diretta
Firenze, Sabato 20 Aprile 2019 - ore 07:19
 
QUADRO TRAFUGATO DAI NAZISTI
QUADRO TRAFUGATO DAI NAZISTI
Per il governo tedesco deve tornare agli Uffizi

“La comunicazione del ministero federale degli Affari esteri della Repubblica Federale di Germania, dà significativo riscontro al costante impegno che abbiamo posto per il recupero del quadro ‘Vaso di Fiori’, del pittore olandese Jan van Huysum. È una grande soddisfazione vedere impegni così precisi dalle autorità di governo tedesche con la ferma determinazione comune di avere il quadro esposto nella Galleria degli Uffizi”. Così il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio Giani, commenta la lettera ricevuta dalla vice ambasciatrice della Repubblica Federale di Germania Irmgard Maria Fellner, che risponde alla missiva inviata da Giani lo scorso 2 gennaio al presidente del Bundesrat, ministro presidente Daniel Gunther, inoltrata per competenza al ministero degli Affari esteri.

Fellner “assicura” nella lettera che “anche per il Governo Federale il dipinto di Huysum deve senza dubbio tornare ad occupare il suo posto originario nella Galleria degli Uffizi”. “Nell’ambito delle sue competenze – continua la vice ambasciatrice – il Governo Federale appoggerà in ogni qual modo l’Italia”. Il ministero degli Affari esteri tedesco, informa ancora Fellner, “ha suggerito ripetutamente che il dipinto venga restituito volontariamente” anche considerando gli “stretti rapporti di amicizia, soprattutto in ambito culturale, che legano Germania e Italia”.

Le parole delle più alte istituzioni tedesche spingono il presidente Giani a “ringraziare tutti coloro che si stanno adoperando per il recupero dell’opera, a partire dal direttore degli Uffizi, Eike Schmidt, ma anche tutte le istituzioni, le espressioni del mondo della cultura e della società in Toscana e in Italia, che si sono pronunciati per dare riscontro all’espressione dell’opinione pubblica, impegnata per contrastare il trafugamento di opere d’arte di cui è stato vittima nel corso dei secoli il nostro Paese”. “Finalmente – conclude il presidente - una seria e determinata presa di posizione delle massime autorità tedesche. Sono convinto consentirà di arrivare al miglior esito di questa vicenda che ha appassionato e coinvolto l’opinione pubblica”.


18/03/19

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
VERTENZA CAVALLI
 
VERTENZA CAVALLI
Cercasi acquirente per salvare i posti di lavoro

Accelerare il più possibile lŽindividuazione del soggetto acquirente della Roberto Cavalli ...

50 PIETRE DŽINCIAMPO
 
50 PIETRE DŽINCIAMPO
Per ricordare i deportati nei lager

Un piccolo sampietrino e una piastra in ottone per tramandare alle future generazioni la memoria ...

CALA IL CONSUMO DI AGNELLO A PASQUA
 
CALA IL CONSUMO DI AGNELLO A PASQUA
LŽallarme di Confagricoltura

A Pasqua, sempre meno agnelli sulle tavole toscane. Il calo è già stato stimato int ...

LOTTA ALLŽABBANDONO DI RIFIUTI
 
LOTTA ALLŽABBANDONO DI RIFIUTI
Salgono a 8 gli ispettori ambientali in città

Da lunedì 15 aprile il numero degli Ispettori Ambientali a Firenze è salito a 8 uni ...

MOSTRA DELL´ARTIGIANATO ALLA FORTEZZA
 
MOSTRA DELL´ARTIGIANATO ALLA FORTEZZA
I provvedimenti di circolazione

Tornano protagonisti gli artigiani alla Mostra Internazionale dellŽArtigianato. LŽ83a edizione, c ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date unŽocchiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITAŽ DŽALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.