Firenze in diretta
Firenze, Venerdì 20 Settembre 2019 - ore 23:26
 
VERTENZA ITAL SACCI
VERTENZA ITAL SACCI
Sindaci e cittadini a fianco dei lavoratori

Dalla comunità chiantigiana arriva una risposta chiara e netta a sostegno dei 78 lavoratori dell’Ital Sacci e delle loro famiglie, a seguito della decisione della società di mettere in vendita lo stabilimento di Greve. Il sostegno che i cittadini hanno espresso rispondendo all’appello dei lavoratori, preoccupati per il loro futuro ‘pesa’ 500 firme, raccolte in piazza Matteotti nell’arco di una sola mattinata. In prima fila, al fianco dei lavoratori, i sindaci Paolo Sottani e Massimiliano Pescini che hanno sottoscritto la loro solidarietà partecipando attivamente alla mobilitazione, promossa dalle rappresentanze sindacali di categoria, Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil, dalle Rsu e dai lavoratori Italsacci, allestita in occasione del mercato settimanale.

La notizia che desta forte preoccupazione nel mondo del lavoro e delle istituzioni chiantigiane, investito dall’ipotesi di un improvviso cambio di proprietà, è l’avvio della procedura di cessione di ramo d’azienda che vede coinvolto lo stabilimento di Testi a Greve in Chianti, controllata da Italcementi. I sindaci di Greve e San Casciano hanno accolto, in questa occasione, una delegazione dei dipendenti e delle organizzazioni sindacali nella sala del consiliare del palazzo comunale per fare il punto della situazione e ribadire il loro sostegno ai lavoratori in vista dei prossimi incontri che si terranno l’11 marzo con la Regione Toscana, per una riunione dell’unità di crisi, e il 13 con la stessa azienda allo scopo di conoscerne le intenzioni.

“La cittadinanza ha risposto con una grande adesione alla manifestazione – hanno dichiarato i sindaci – e questo dimostra il fatto che lo stabilimento di Testi non è vissuto dai cittadini come un peso, anzi. Nel nostro territorio non si vive di solo turismo o agricoltura, il comparto industriale è uno dei pilastri economici del Chianti di cui parte integrante è il cementificio, polo industriale di primo piano per l’intera area del Centro Italia, l’unico peraltro in Toscana a lavorare a ciclo continuo. Siamo e saremo al fianco dei lavoratori con tutte le forze possibili per sostenere le loro ragioni e individuare soluzioni compatibili con il contesto e le potenzialità industriali, ci troviamo nella fase nella quale molti impegni sono stati presi e stiamo andando avanti, convinti che il modo migliore per favorire la crescita economica del Chianti sia l’unione tra sviluppo e ambiente. Non ci stancheremo di ribadirlo, anche di fronte a queste improvvise sterzate che minacciano il futuro dei lavoratori. Adesso più che mai occorrono certezze che garantiscano la funzionalità dello stabilimento, la cui capacità produttiva non è affatto diminuita, con un piano di sviluppo compatibile. Siamo vicini ai lavoratori e lotteremo insieme per la tutela dei loro diritti”.


11/03/19

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
SVASTICA DAVANTI AL MUSEO NOVECENTO
 
SVASTICA DAVANTI AL MUSEO NOVECENTO
La condanna del sindaco e dell´assessore Sacchi

Una svastica è stata incisa sui gradini del Museo Novecento, proprio vicino a una lapide c ...

DICIANNOVENNE CADE DA UNA TERRAZZA
 
DICIANNOVENNE CADE DA UNA TERRAZZA
Ricoverato in gravi condizioni in ospedale

Un diciannovenne inglese è caduto da un terrazzino in una corte interna in via San Gallo e ...

A1 CHIUSA LA DIRETTISSIMA
 
A1 CHIUSA LA DIRETTISSIMA
Nella notte tra giovedì 12 e venerdì 13

Sulla A1 Milano-Napoli Direttissima, per programmati lavori di ordinaria manutenzione degli impia ...

GIOVANE MUORE IN UN INCIDENTE
 
GIOVANE MUORE IN UN INCIDENTE
Travolto da un tir sull´A12

Il ventisettenne fiorentino, Lorenzo Lunghi, è morto ieri in un incidente stradale avvenut ...

CENTURIONE IMPORTUNA I TURISTI
 
CENTURIONE IMPORTUNA I TURISTI
Identificato dalla polizia un quarantenne

Un quarantenne rumeno, senza fissa dimora e già conosciuto dalle forze dell´ordine, si &eg ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.