Firenze in diretta
Firenze, Domenica 17 Febbraio 2019 - ore 07:55
 
IL FRATELLO DI RE HUSSEIN VISITA SANTA CROCE
IL FRATELLO DI RE HUSSEIN VISITA SANTA CROCE
La Basilica ponte tra Oriente e Occidente

Santa Croce, luogo simbolo della spiritualità francescana, si conferma ponte tra Oriente e Occidente. Nei giorni scorsi una visita speciale, quella del principe giordano El Hassan bin Talal, fratello di re Hussein, grande tessitore del dialogo tra Oriente e Occidente, ha confermato questa vocazione. Il principe è stato accolto dal consigliere Giulio Conticelli che ha promosso l’incontro e dal segretario generale dell’Opera, Giuseppe De Micheli.

“Non è casuale questo incontro che si collega all’anniversario della straordinaria missione di pace di Francesco d’Assisi che, esattamente 800 anni fa, nell’autunno del 1219, attraversò disarmato le linee della quinta crociata e incontrò il Sultano d’Egitto”, mette in evidenza don Alessandro Andreini, vicepresidente dell’Opera.

E qui torna in campo la basilica di Santa Croce: la Custodia francescana di Terra Santa ha infatti scelto l’immagine dello storico incontro immortalato nelle Storie di Francesco della Pala Bardi come logo che accompagnerà tutte le celebrazioni e gli eventi che saranno organizzati nel corso di quest’anno. Del resto l’incontro tra Francesco e il Sultano ha grande rilevo nella basilica grazie anche a Giotto che, nella Cappella Bardi, ne fa un racconto iconografico magistrale.

“L’Opera di Santa Croce, a cui è affidata la custodia e la valorizzazione della basilica, e la comunità francescana che anima la vita liturgica e pastorale di Santa Croce, vogliono dare rilievo a questo anniversario, il cui messaggio di dialogo e di pace è di straordinaria attualità - annuncia don Alessandro Andreini - Per questo stiamo organizzando alcune iniziative con l’obiettivo di rimettere a fuoco la grandezza profetica del gesto di Francesco. Si tratta di un progetto che assume un significato particolare proprio a Firenze, la città che, grazie alla visione profetica del sindaco Giorgio La Pira e di molte altre figure illuminate del recente passato, ha dato il suo contributo allo sviluppo di buone e fraterne relazioni tra tutti i popoli che si affacciano sul Mediterraneo e non solo”.

 


12/02/19

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
I LAVORI DELLA PROSSIMA SETTIMANA
 
I LAVORI DELLA PROSSIMA SETTIMANA
Tutte le strade interessate

Nuove asfaltature in Lungarno Soderini e Lungarno Santa Rosa, via del Pergolino, via Firenzuola, ...

CHIUSA VIA DEL PROCONSOLO
 
CHIUSA VIA DEL PROCONSOLO
Per il montaggio di una gru

Per consentire il montaggio di una gru edile necessaria alla ristrutturazione di un palazzo, dall ...

NUMERI RECORD PER LA CHIRURGIA ROBOTICA A CAREGGI
 
NUMERI RECORD PER LA CHIRURGIA ROBOTICA A CAREGGI
1515 interventi nel 2018

Careggi è il primo ospedale in Italia per numero di interventi robotici nelle varie specia ...

LOTTA AL GIOCO D´AZZARDO PATOLOGICO
 
LOTTA AL GIOCO D´AZZARDO PATOLOGICO
Campagna regionale e un numero verde 

"Quando la vita è un gioco è in gioco la vita". Un messaggio chiaro, asciutto, effi ...

CHIAVI DELLA CITTA´ A TATIANA SHUMOVA
 
CHIAVI DELLA CITTA´ A TATIANA SHUMOVA
Promotrice dell´arte russa

Consegnate le Chiavi della Città a Tatiana Shumova, autrice e produttrice di progetti crea ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.