Firenze in diretta
Firenze, Lunedì 22 Luglio 2019 - ore 15:10
 
IL FRATELLO DI RE HUSSEIN VISITA SANTA CROCE
IL FRATELLO DI RE HUSSEIN VISITA SANTA CROCE
La Basilica ponte tra Oriente e Occidente

Santa Croce, luogo simbolo della spiritualità francescana, si conferma ponte tra Oriente e Occidente. Nei giorni scorsi una visita speciale, quella del principe giordano El Hassan bin Talal, fratello di re Hussein, grande tessitore del dialogo tra Oriente e Occidente, ha confermato questa vocazione. Il principe è stato accolto dal consigliere Giulio Conticelli che ha promosso l’incontro e dal segretario generale dell’Opera, Giuseppe De Micheli.

“Non è casuale questo incontro che si collega all’anniversario della straordinaria missione di pace di Francesco d’Assisi che, esattamente 800 anni fa, nell’autunno del 1219, attraversò disarmato le linee della quinta crociata e incontrò il Sultano d’Egitto”, mette in evidenza don Alessandro Andreini, vicepresidente dell’Opera.

E qui torna in campo la basilica di Santa Croce: la Custodia francescana di Terra Santa ha infatti scelto l’immagine dello storico incontro immortalato nelle Storie di Francesco della Pala Bardi come logo che accompagnerà tutte le celebrazioni e gli eventi che saranno organizzati nel corso di quest’anno. Del resto l’incontro tra Francesco e il Sultano ha grande rilevo nella basilica grazie anche a Giotto che, nella Cappella Bardi, ne fa un racconto iconografico magistrale.

“L’Opera di Santa Croce, a cui è affidata la custodia e la valorizzazione della basilica, e la comunità francescana che anima la vita liturgica e pastorale di Santa Croce, vogliono dare rilievo a questo anniversario, il cui messaggio di dialogo e di pace è di straordinaria attualità - annuncia don Alessandro Andreini - Per questo stiamo organizzando alcune iniziative con l’obiettivo di rimettere a fuoco la grandezza profetica del gesto di Francesco. Si tratta di un progetto che assume un significato particolare proprio a Firenze, la città che, grazie alla visione profetica del sindaco Giorgio La Pira e di molte altre figure illuminate del recente passato, ha dato il suo contributo allo sviluppo di buone e fraterne relazioni tra tutti i popoli che si affacciano sul Mediterraneo e non solo”.

 


12/02/19

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
RESTAURO DEGLI SCALONI VASARIANI
 
RESTAURO DEGLI SCALONI VASARIANI
Iniziati i lavori a Palazzo Vecchio

E’ appena iniziato il restauro conservativo degli scaloni vasariani di Palazzo Vecchio, le ...

I LAVORI DELLA PROSSIMA SETTIMANA
 
I LAVORI DELLA PROSSIMA SETTIMANA
Tutte le strade interessate

Asfaltature in via Pacinotti e via dei Servi, lavori alla rete del gas in via Reginaldo Giuliani ...

GUADAGNARE IN SALUTE
 
GUADAGNARE IN SALUTE
Indagine sulle malattie croniche

C’è anche Firenze tra i Comuni scelti dall’Istituto superiore di sanità ...

NUOVI AGENTI DELLA POLIZIA MUNICIPALE
 
NUOVI AGENTI DELLA POLIZIA MUNICIPALE
In arrivo 46 assunzioni a tempo indeterminato

Ulteriori 46 assunzioni a tempo indeterminato per la Polizia Municipale. È quanto si preve ...

CINESI INNAMORATI DI FIRENZE
 
CINESI INNAMORATI DI FIRENZE
I nordamericani prediligono il Chianti

L´Ufficio Servizi alle imprese, controlli e statistiche della Città Metropolitana di ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.