Firenze in diretta
Firenze, Martedì 11 Dicembre 2018 - ore 15:51
 
REFERENDUM SULLA FUSIONE DI COMUNI
REFERENDUM SULLA FUSIONE DI COMUNI
Oltre 50 mila i toscani chiamati alle urne

Sono oltre 50 mila, per la precisione 51.343, gli elettori chiamati alle urne in queste ore per i cinque referendum consultivi che coinvolgono i dieci comuni toscani che hanno optato per la fusione. Si tratta dei Comuni di Asciano e Rapolano in provincia di Siena, Ortignano Raggiolo e Bibbiena nell´aretino, Montepulciano e Torrita di Siena ancora nel senese, Dicomano e San Godenzo nel Mugello e, ancora in provincia di Firenze, Barberino Elsa e Tavarnelle Valdipesa.

I Comuni più popolosi sono quelli di Montepulciano e Torrita, dove fra domenica 11 e lunedì 12 novembre, andranno alle urne 17.080 cittadini (11.230 di Montepulciano e 5.850 a Torrita). Seguono, per ordine di popolosità, Bibbiena (9.271 elettori) che, con il piccolo comune di Ortignano Raggiolo (751 elettori) raggiunge quota 10.022.

A Barberino Elsa e Tavarnelle Valdipesa vanno alle urne 9.528 elettori (3.457 a Barberino e 6.068 a Tavarnelle); pochi di meno gli elettori a Rapolano (4.035) e Asciano (5.423): insieme sono in tutto 9458. San Godenzo e Dicomano, insieme, contano 5258 elettori (975 a San Godenzo e 4.283 a Dicomano).

Le urne chiuderanno lunedì 12 novembre alle 12. Intorno alle 15 i dati definitivi sulle affluenze.

Dal 2012 i referendum consultivi sulle fusioni di Comuni toscani sono stati ventisei: l´ultimo nel maggio 2018 a Villa Collemandina e Castiglione di Garfagnana, con un risultato divergente nei due territori.

Sei anni fa la Toscana contava 287 Comuni, che già in proporzione erano assai di meno che in altre regioni, effetto anche delle riforme settecentesche del granduca Pietro Leopoldo. All´inizio di quest´anno se ne contavano 274, tredici in meno. I "sì" fino al 2017 hanno prevalso in tredici referendum su venticinque.

Ci sono Comuni che sono passati da gestioni associate di servizi e unioni, altri si sono fusi senza tappe intermedie. La Regione ogni volta ha incentivato la scelta con 500 mila euro l´anno (per cinque anni) di contributi straordinari, 250 mila euro per ogni vecchio comune. A queste risorse utili per dare fiato a progetti rimasti troppo a lungo nel cassetto o per tamponare tagli sui trasferimenti statali, si sono sommate deroghe sulla spesa in bilancio e contributi statali straordinari, per dieci anni, pari al 50 per cento dei trasferimenti erariali attribuiti per l´anno 2010, fino ad un massimo di 2 milioni per ciascun beneficiario.


11/11/18

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
MATTARELLA AL MEYER
 
MATTARELLA AL MEYER
´Qui il bambino paziente è al centro´

"Sono felice di essere qui. In qualche modo restituisco una visita: avevo incontrato un po´ ...

UFFICI DI PROSSIMITA´
 
UFFICI DI PROSSIMITA´
Per una giustizia più vicina al cittadino

La giustizia sarà ancora più vicina ai cittadini. E’ stato infatti firmato st ...

BILANCIO DI PREVISIONE 2019
 
BILANCIO DI PREVISIONE 2019
Nessun aumento di tasse a Firenze

Nessun aumento di imposte, tariffe, tributi e canoni a carico di cittadini e imprese, la conferma ...

REFERENDUM SULLA FUSIONE DI COMUNI
 
REFERENDUM SULLA FUSIONE DI COMUNI
Sì a Barberino-Tavarnelle, No a Dicomano-San Godenzo

Si sono concluse le votazioni per i referendum di fusione tra i comuni toscani. In provincia di F ...

CASTELLO, APPROVATA LA VARIANTE URBANISTICA
 
CASTELLO, APPROVATA LA VARIANTE URBANISTICA
Sì alla nuova Mercafir e allo stadio

Volumi edificabili dimezzati e con diverse funzioni, nuova cittadella Mercafir e il più gr ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.