Firenze in diretta
Firenze, Martedì 22 Gennaio 2019 - ore 21:09
 
MARCO STELLA MALATO DI TUMORE
MARCO STELLA MALATO DI TUMORE
´Il tempo è il più grande regalo´

Il consigliere regionale di Forza Italia, Marco Stella, ha raccontato su Facebook il suo dramma personale, è malato e ha scritto una toccante lettera in cui fa un inno alla vita.

´Ancora non riesco a scriverlo; Linfoma di Hodgkin. - posta sul suo profilo, Marco Stella - Che poi uno che si chiama Hodgkin non te lo immagini così aggressivo, devastante, duro.

Prende il nome dal suo scopritore, io uno che si chiama Hodgkin me lo immagino seduto al bancone di un pub a bere birra, mangiare patatine e hamburger con un sorriso rassicurante.

Lei è fortunato, ha un linfoma di Hodgkin.

Ancora mi rimbalzano in mente le parole; linfoma, tumore, chemioterapia, il protocollo funziona, cercavo di metterle in fila trovando un senso, le giravo come si fa con il cubo di rubik, ma non avevano senso.

Oggi sono alla sesta chemioterapia, ne devo fare dodici, siamo alla metà esatta!!!

Ho finito la salita, appena uscirò da questa chemioterapia inizierà la discesa.

Chi conosce le discese sa bene che nascondono le stesse insidie delle salite, non sono meno faticose e richiedono la stessa prudenza.

In questi mesi sono cambiate tante cose, io sono cambiato.

Cose che prima consideravo essenziali come l’aria che respiravo oggi sono semplici bolle di sapone.

Ho trovato amici che nemmeno immaginavo di avere, chi ti vuole bene ti chiama, chi ti vuole bene ti cerca, anche solo con il pensiero ma ti cerca; chi ti vuole veramente bene c’è.

Ho imparato a fidarmi, prima dei medici, in maniera totale ed ho fatto bene, poi degli altri, io non mi sono mai fidato tanto delle persone, non mi sono mai lasciato andare, sbagliavo, non importa se le persone ti deludono o se ti tradiscono, evidentemente era il meglio che potavano darti, ma questo non significa non permettere di non deluderti o tradirti a chi invece non lo farà, questo significa amare nel senso più ampio del termine, e io voglio amare.

Non rinunciate mai all’amore, al sorriso, ad un abbraccio, ad una carezza, fatelo oggi non sappiamo cosa ci riserverà domani.

Ho trovato forze nei posti più impensabili, negli sguardi che ti rassicurano, negli abbracci più teneri.

Ho fatto e continuerò a fare cose che nessuno capisce, a me fanno stare bene e continuerò a farle.

Ho trovati medici ed infermieri di una professionalità incredibile, e di una umanità rassicurante, sempre un sorriso, sempre una parola gentile.

Sapevo di avere due genitori incredibili, straordinari, non sapevo di avere così bisogno di loro come un bambino.

Ho conosciuto la paura, quella che toglie il respiro, che ti stringe, che ti assale e ti mette in un angolo, ho trovato anche la forza di mettere lei in un angolo.

Ho trovato un nuovo amico, il tempo, io sempre stato così convintamente atemporale oggi adoro il tempo, passo il tempo a contare il tempo.

Potrai avere più soldi ma non potrai mai avere più tempo, è così.

Il regalo più grande che potrai fare ad una persona a cui vuoi bene è il tuo tempo.

Il regalo più grande che potrai farti è avere tempo per te stesso, è usare il tuo tempo per fare le cose che ti fanno stare bene, è usare il tuo tempo per non avere più rimpianti.

Ho cambiato tante cose, prima per necessità poi per scelta.

Non occorre rispetto per la parola tumore, occorre rispetto per chi combatte, occorre rispetto per chi non vuole mollare, occorre rispetto per chi ama la vita come se stesso, occorre rispetto per chi le prova tutte, perché questa è una malattia dove veramente le provi tutte, occorre rispetto per la paura, occorre rispetto per chi affronta le terapie.

Non mai tenuto segreto quello che mi è successo perché sono convinto che esiste una parte psicologica di questa malattia che è importante per vivere meglio le terapie, per reagire meglio, non mi nasconderò mai, non rimarrò mai chiuso in casa, non mi farò portare lontano dai miei affetti, è quello che vuole, ci vuole soli, isolati, deboli e sconsolati. Non sarò mai così.

Non aspettiamo che ci arrivi qualcosa di meglio per vivere, non so se quello che ho oggi è il meglio che potrò avere, ma è quello che ho e questo mi basta per viverlo.

Nessuno ci ha mai detto che sarebbe stato facile, ci hanno semplicemente detto vivi!´


26/10/18

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
MARCHESCHI SI CANDIDA A SINDACO
 
MARCHESCHI SI CANDIDA A SINDACO
Apertura a tutto il centrodestra

Paolo Marcheschi di Fratelli d´Italia ha lanciato la sua candidatura a sindaco di Firenze p ...

XEKALOS LASCIA I CINQUE STELLE
 
XEKALOS LASCIA I CINQUE STELLE
Fonda una lista civica che correrà col centrodestra

Arianna Xekalos lascia il Movimento 5 Stelle e lancia una propria lista civica, “Firenze in ...

´MAESTRI ARTIGIANI ONORARI´
 
´MAESTRI ARTIGIANI ONORARI´
La nomina per il sindaco e la giunta

Si è chiusa a Palazzo Vecchio con la consegna al sindaco Dario Nardella e alla giunta degl ...

TOSCANA CONTRO IL DECRETO SICUREZZA
 
TOSCANA CONTRO IL DECRETO SICUREZZA
La Regione farà ricorso alla Corte Costituzionale

Contro il decreto sicurezza del Governo la Regione Toscana farà ricorso alla Corte Costitu ...

STOP AL DECRETO SICUREZZA
 
STOP AL DECRETO SICUREZZA
Le parole del sindaco Nardella

Decreto sicurezza: diversi Sindaci hanno dichiarato di temerne le conseguenze e di avere in mente ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.