Firenze in diretta
Firenze, Martedì 18 Giugno 2019 - ore 08:00
 
BILANCI FALSI PER OTTENERE PRESTITI
BILANCI FALSI PER OTTENERE PRESTITI
Bancarotta fraudolenta per una ditta fiorentina

Nella mattinata dell’11 ottobre i militari della Sezione di Polizia Giudiziaria – Guardia di Finanza della Procura della Repubblica di Firenze, in collaborazione con i colleghi della Tenenza della Guardia di Finanza di Sant´Angelo dei Lombardi, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare domiciliare, emessa dal Giudice per le indagini preliminari di Firenze, a carico dell’amministratore di fatto (S.G.P., domiciliato a Firenze), e dell’amministratore di diritto (C.G., residente in provincia di Avellino), di una società, operante nel campo della consulenza aziendale, dichiarata fallita dal Tribunale di Firenze nel 2016.

Inoltre, con la stessa ordinanza è stata disposta la misura interdittiva della sospensione dall’esercizio dell’attività di consulente finanziario per la durata di 6 mesi, nei confronti di V.B., anch’egli fiorentino.

Le indagini, dirette dal Sostituto Procuratore, Christine Von Borries della Procura della Repubblica di Firenze, hanno permesso di ricostruire gravi fatti di bancarotta commessi nel corso del tempo e tutti finalizzati alla distrazione di circa 4 milioni di euro che la società fallita ha richiesto e ottenuto da vari istituti di credito.

L’attività investigativa ha svelato un piano precostituito che gli indagati avevano architettato, consistente nell’acquisizione delle quote di una società dormiente (di fatto non operativa) da parte del soggetto rivelatosi poi una “testa di legno” e coinvolto nelle illecite attività dall’amministratore di fatto e dal consulente finanziario del quale la rinnovata società si avvaleva.

Una volta acquisita l’azienda gli indagati hanno falsificato i bilanci, depositando poi gli stessi presso la Camera di Commercio di Firenze, sì da utilizzarli nei confronti degli intermediari finanziari (banche) al fine di ottenere merito creditizio.

Così facendo, sono riusciti ad ottenere mutui, ed anche anticipi su fatture attive, poi rivelatesi inerenti ad operazioni inesistenti, presso diversi istituti di credito.

I fondi incamerati dalla società sono stati quindi via via trasferiti ad altre entità italiane e estere a giustificazione di operazioni d’acquisto altrettanto fittizie, in tal modo depauperando e portando al dissesto la società, poi dichiarata fallita.


11/10/18

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
ABBANDONANO SCARTI TESSILI
 
ABBANDONANO SCARTI TESSILI
Denunciati due uomini

Era da diversi mesi che veniva scaricata in modo continuativo, in vari cassonetti della zona dell ...

SPARANO DURANTE UNA RAPINA
 
SPARANO DURANTE UNA RAPINA
Bambina sotto choc

Due malviventi, che si erano introdotti ieri sera nel supermercato di via Rocca Tedalda con il ca ...

PUGNO A UN QUATTORDICENNE
 
PUGNO A UN QUATTORDICENNE
Il ragazzo è stato anche derubato

Bruttissima avventura ieri per un quattordicenne che aspettava l´autobus alla fermata di via Gran ...

AUTO SI RIBALTA SUL PONTE ALL´INDIANO
 
AUTO SI RIBALTA SUL PONTE ALL´INDIANO
Ferita una settantacinquenne

Ha tamponato l’auto che la precedeva e si è ribaltata con la sua vettura finendo in ...

EVADE LE IMPOSTE PER OLTRE UN MILIONE
 
EVADE LE IMPOSTE PER OLTRE UN MILIONE
Beccato youtuber ventitreenne

I Finanzieri di Firenze hanno individuato uno “youtuber” (ventitreenne italiano, resi ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.