Firenze in diretta
Firenze, Lunedì 17 Dicembre 2018 - ore 07:30
 
BEKAERT: SI´ ALLA CASSA INTEGRAZIONE
BEKAERT: SI´ ALLA CASSA INTEGRAZIONE
L´obiettivo è la reindustrializzazione

Portata a casa la riconfermata disponibilità da parte della Bekaert a dare il via alla procedura che porterà a concedere la cassa integrazione straordinaria ai 318 lavoratori in attesa, il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha lasciato il tavolo aperto al Ministero dello sviluppo economico per far ritorno a Firenze.

"Adesso dobbiamo prepararci - ha dichiarato Rossi - ad una trattativa che presumo sarà lunga. Qui al Mise abbiamo incontrato l´azienda alla quale abbiamo ribadito che il nostro interesse é fare in modo da avere un buon progetto di reindustrializzazione del sito produttivo di Figline Incisa. E per favorire questo processo abbiamo riconfermato la nostra disponibilità a supportarlo, mettendo a disposizione fondi strutturali europei e risorse regionali. Poi ci serve un tempo congruo per verificare nel merito la solidità delle proposte di insediamento che adesso sono sul tappeto".

Nel corso della riunione del primo tavolo Bekaert, oltre a ribadire il suo si all´attivazione della cassa integrazione, ha però precisato di volerlo fare nell´ambito di un accordo complessivo che, oltre alla reindustrializzazione, preveda il monitoraggio delle varie fasi, gli incentivi rispetto alla continuità occupazionale e quelli all´esodo. Il punto di maggiore difficoltà riguarda l´impegno, preso a suo tempo dai vertici aziendali, a mantenere la produzione (e quindi a pagare i lavoratori) fino alla fine dell´anno. Invece adesso che è possibile attivare la cassa integrazione, l´azienda vorrebbe farla scattare da subito.

"A Bekaert - aggiunge il presidente Rossi - ho fatto presente la necessità di non puntare ad una ricollocazione dei lavoratori fuori dall´area produttiva di Figline, incentivandone l´esodo, quanto piuttosto a favorire una reindustrializzazione che è non solo possibile ma anche necessaria. Quell´enorme stabilimento, se abbandonato a se stesso, diventerebbe un vuoto industriale e sarebbe improduttivo, mentre se Bekaert fosse disponibile a proporlo a prezzi ragionevoli, darebbe una mano a favorire quella reindustrializzazione a cui noi tutti puntiamo".

Quanto alle prospettive e alle manifestazioni di interesse fin qui giunte, il presidente Rossi ha mostrato cautela, commentando con un "mai dire mai" la concreta prospettiva di nuovi insediamenti industriali nell´area.

"Certo è - questa la sua conclusione - che se un mese fa mi avessero detto che saremmo arrivati a questo punto in questa situazione, ne sarei stato contento e avrei manifestato tutto il ottimismo circa le prospettive per i 318 lavoratori della Bekaert. Tuttavia adesso abbiamo altri problemi da risolvere e mi auguro sia possibile trovare un´intesa".


02/10/18

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
FERMA AL SEMAFORO VIENE SPINTA IN STRADA
 
FERMA AL SEMAFORO VIENE SPINTA IN STRADA
Bloccato un trentunenne

Una donna di 57 anni è stata spinta in strada mentre era ferma, aspettando il semaforo ver ...

UFFIZI, INFARTO DAVANTI ALLA VENERE
 
UFFIZI, INFARTO DAVANTI ALLA VENERE
Settantenne salvato da 4 medici

Un settantenne fiorentino ha avuto un infarto mentre si trovava davanti al quadro della Venere de ...

PIPER TROVA 60 GRAMMI DI DROGA
 
PIPER TROVA 60 GRAMMI DI DROGA
In 10 mesi recuperati 1,2 Kg di stupefacenti

Continuano i successi di Piper, il primo cane antidroga della Polizia Municipale. L’animale ...

CALCIO IN FACCIA AL SENZATETTO
 
CALCIO IN FACCIA AL SENZATETTO
Ricercati due giovani

Un senzatetto pugliese di 55 anni è stato aggredito nella notte tra venerdì e sabat ...

RAPINA CON SPRAY AL PEPERONCINO
 
RAPINA CON SPRAY AL PEPERONCINO
I malviventi erano a volto coperto

Ieri intorno alle 21.30, due uomini con il volto coperto dal passamontagna hanno rapinato un nego ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.