Firenze in diretta
Firenze, Martedì 19 Febbraio 2019 - ore 23:16
 
I MARTEDI´ DE ´LA COLOMBARIA´
I MARTEDI´ DE ´LA COLOMBARIA´
Il fondo librario di Santa Maria Nuova

Il pezzo più raro e prezioso conservato del fondo librario dell’antica biblioteca dell’Ospedale di Santa Maria Nuova è costituito dalla prima edizione del Dialogo dei massimi sistemi di Galileo Galilei. Ma la raccolta libraria conserva anche i diari di un personaggio come Antonio Cocchi, medico e intellettuale, uno dei primi italiani ad aderire alla massoneria e la biblioteca personale di Ferdinando Zannetti, il chirurgo che ha estratto la pallottola di Garibaldi.

Queste sono alcune delle storie che saranno raccontate nel corso del convegno dedicato appunto al fondo librario dell’antica biblioteca dell’Ospedale di Santa Maria Nuova che svolge all’Accademia “La Colombaria”, il primo degli appuntamenti dei “Martedì de ‘La Colombaria’ – scuole e tradizioni a Santa Maria Nuova e nella medicina fiorentina” che si susseguiranno fino al 6 novembre e che sveleranno i segreti della storia del più antico ospedale del mondo ancora attivo.

Parlerà della storia del fondo librario Laura Vannucci, direttrice della Biblioteca Biomedica dell’Università degli Studi di Firenze: “Nel 1679 nell´Ospedale di Santa Maria Nuova, grazie allo “spedalingo” Michele Mariani, si cominciò a raccogliere in un unico locale al piano nobile della struttura i libri che si trovavano sparsi nei vari reparti: nacque così una delle biblioteche di medicina più antiche e ricche d’Italia”.

Spiega Vannucci: “Nel 1871 la Biblioteca, luogo di studio e di incontri professionali, fu trasferita all’interno della chiesa del soppresso convento degli Angeli e nel 1893, per difficoltà economiche e organizzative, l’Ospedale cedette la Biblioteca all’Istituto di Studi Superiori Pratici e di Perfezionamento, antenato dell’Università degli studi di Firenze”.

Ecco perché oggi il fondo librario si trova nell’area ospedaliera di Careggi e fa parte della biblioteca Biomedica dell’Università. Il fondo antico si compone di decine di migliaia di volumi di riviste a stampa e di circa 30.093 opere e opuscoli monografici, tra le quali 10 incunaboli, 682 cinquecentine, 1300 seicentine, 4269 settecentine e 16.687 libri dell’Ottocento.

“I ‘martedì de La Colombaria’ sono appuntamenti con esperti e illustri studiosi che ci portano alla scoperta di alcuni aspetti poco conosciuti della storia fiorentina legati allo sviluppo della medicina e alla lunga vita dell’Ospedale di Santa Maria Nuova - commenta Giancarlo Landini, presidente Fondazione Santa Maria Nuova Onlus – I sei pomeriggi sono stati organizzati dalla Fondazione Santa Maria Nuova, impegnata a valorizzare il passato (e i beni di interesse storico-artistico) dell’istituzione che nei secoli si è distinta per aver curato con competenza e umanità donne e uomini, fiorentini e forestieri, che avevano bisogno di assistenza”.

 


01/10/18

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
SACRESTIA NUOVA DI MICHELANGELO
 
SACRESTIA NUOVA DI MICHELANGELO
Illuminazione ricrea il progetto originale

Nuova luce per la Sagrestia nuova delle Cappelle Medicee di Firenze, luogo di sepoltura di Lorenz ...

RIAPRE IL CORRIDOIO VASARIANO
 
RIAPRE IL CORRIDOIO VASARIANO
Dal 2021 sarà accessibile per tutti

Il Corridio Vasariano riapriarà al pubblico dal 2021 quando saranno terminati i lavori di ...

PROROGATA LA MOSTRA DI BANKSY
 
PROROGATA LA MOSTRA DI BANKSY
In Palazzo Medici Riccardi fino al 24 marzo

Prorogata fino al 24 marzo 2019 la mostra di opere dell´artista noto come Banksy, in corso a Pala ...

I 96 ANNI DI ZEFFIRELLI
 
I 96 ANNI DI ZEFFIRELLI
Tutte le iniziative della sua Fondazione

Il prossimo martedì 12 febbraio Franco Zeffirelli compie 96 anni d’età. Per c ...

SAN VALENTINO AL MUSEO DEL NOVECENTO
 
SAN VALENTINO AL MUSEO DEL NOVECENTO
Tre appuntamenti per riflettere

Un San Valentino speciale quello che va in scena giovedì 14 febbraio al Museo Novecento di ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.