Firenze in diretta
Firenze, Giovedì 24 Gennaio 2019 - ore 10:48
 
RENZI ALLA FESTA DELL´UNITA´
RENZI ALLA FESTA DELL´UNITA´
Spara a zero sul governo giallo-verde

"Vediamo che un ministro dell´Interno apre un avviso di garanzia come se fosse una busta di Maria De Filippi e prende in giro gli italiani dicendo di essere una vittima e che non importano processi e inchieste perché ´il popolo è con me´, come se un sondaggio valesse di più. Ma tutti i costituzionalisti preoccupati per la deriva autoritaria sono in ferie?". Ha detto l´ex segretario Pd Matteo Renzi alla Festa dell´Unità di Firenze. Accolto dagli applausi del pubblico e prima di salire sul palco centrale della festa fiorentina ha fatto un giro per gli stand di partito. "Voglio che la Leopolda sia un momento di grande libertà - ha proseguito - . L´Italia non può essere un paese che dice no a tutto. Questo paese non va avanti con i no, ma occorre raccontare gli aspetti positivi dell´Italia".

"Andrò nelle scuole, in tv, pensano di essersi liberati di me, ma hanno sbagliato" ha proseguito tra le ovazioni del pubblico del Pd. Poi ha toccato i vari temi in agenda. Sul crollo del ponte Morandi: "Toninelli è un bugiardo, e un ministro bugiardo si deve dimettere" e "chi è l´avvocato di Aiscat? Giuseppe Conte. Conte non è l´avvocato del popolo, ma l´avvocato delle concessionarie autostradali". Sull´Ilva: "Ogni giorno l´Ilva ci costava un milione di euro. Anche qualcuno del Pd ha detto che uccidevamo i bambini di Taranto. Ci hanno accusato di tutto e del contrario di tutto, poi dal Governo hanno preso i nostri 12 decreti legge e hanno fatto quello che noi volevamo fare". Sui vaccini: "La rivelazione di quest´anno è l´incapacità di M5s di passare dalle campagna elettorale ai fatti. Questa cosa dei vaccini è fuori dalla grazia di Dio", "poi c´è qualcuno che diceva che dovevamo fare l´accordo con M5s".

Quindi su Salvini e il governo che "non hanno bloccato l´immigrazione ma hanno bloccato 150 eritrei. Li hanno chiusi nel porto di Catania. Si dice che facendo così Salvini abbiamo preso consenso tra la gente più del previsto. Io dico che se per il consenso si deve chiudere a chiave 150 persone e non farle scendere in porto, preferisco perdere un voto che perdere la faccia. La politica è un´altra cosa".

FONTE: firenze.repubblica.it


10/09/18

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
MARCHESCHI SI CANDIDA A SINDACO
 
MARCHESCHI SI CANDIDA A SINDACO
Apertura a tutto il centrodestra

Paolo Marcheschi di Fratelli d´Italia ha lanciato la sua candidatura a sindaco di Firenze p ...

XEKALOS LASCIA I CINQUE STELLE
 
XEKALOS LASCIA I CINQUE STELLE
Fonda una lista civica che correrà col centrodestra

Arianna Xekalos lascia il Movimento 5 Stelle e lancia una propria lista civica, “Firenze in ...

´MAESTRI ARTIGIANI ONORARI´
 
´MAESTRI ARTIGIANI ONORARI´
La nomina per il sindaco e la giunta

Si è chiusa a Palazzo Vecchio con la consegna al sindaco Dario Nardella e alla giunta degl ...

TOSCANA CONTRO IL DECRETO SICUREZZA
 
TOSCANA CONTRO IL DECRETO SICUREZZA
La Regione farà ricorso alla Corte Costituzionale

Contro il decreto sicurezza del Governo la Regione Toscana farà ricorso alla Corte Costitu ...

STOP AL DECRETO SICUREZZA
 
STOP AL DECRETO SICUREZZA
Le parole del sindaco Nardella

Decreto sicurezza: diversi Sindaci hanno dichiarato di temerne le conseguenze e di avere in mente ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.