Firenze in diretta
Firenze, Domenica 23 Settembre 2018 - ore 23:00
 
ROSSI INVITA IL MINISTRO TONINELLI
ROSSI INVITA IL MINISTRO TONINELLI
´Incontriamoci e discutiamo di infrastrutture´

"Quando si insedia un nuovo governo è normale che ci sia una discussione, in particolar modo sulle infrastrutture, io però ho fiducia e credo che potremmo chiarirci e trovare convergenze. Al ministro Toninelli chiedo di incontrarci per ricostruire le ragioni delle nostre scelte. Forse siamo l´unica Regione del panorama nazionale che non chiede infrastrutture nuove, ma chiediamo di adeguare, di mettere a posto e in sicurezza infrastrutture già esistenti. Dal Governo mi aspetto ascolto, attenzione e risposte, se possibile anche più veloci di quelle ricevute fino ad ora". Così il presidente della Toscana Enrico Rossi ha risposto ai giornalisti che chiedevano le sue impressioni a seguito dell´intervista rilasciata dal nuovo ministro alle infrastrutture Toninelli sulla necessità di revisionare i progetti dei principali interventi sulle infrastrutture programmati in Toscana.

TERZE CORSIE AUTOSTRADALI

"Su molti temi le nostre opinioni convergono - ha detto Rossi - ad esempio sulle terze corse autostradali. I progetti sono stati discussi, sono stati approvati, hanno avuto la valutazione di impatto ambientale, ora è il momento di partire. In tutte le altre regioni d´Italia ci sono terze corsie molto più sviluppate che in Toscana. Continuare a realizzare le terze corsie sulla Autostrada A1 è fondamentale per la Toscana e per l´Italia, così come lo è realizzarle sulla prima parte dell´autostrada A11 Firenze-Mare, dove c´è un notevole congestionamento. Tutto è finanziato e ci aspettiamo che nei tempi prefissati si possa partire con i lavori".

SOTTOATTRAVERSAMENTO AV

"Per quanto riguarda il sottoattraversamento e la stazione Av di Firenze credo che ormai per chiunque frequenti i teni sia chiaro che quest´opera si deve fare, perché non è necessaria solo per i pendolari toscani, è necessaria perché se non si fa entro pochi anni si bloccherà l´Italia. Approfondiamo bene il tema, ma visto il numero dei treni Av sulla tratta nord-sud confido che la realtà effettuale possa essere più chiara di tutti i ragionamenti che noi politici o i tecnici possano fare. Credo che nessuno voglia assumersi la responsabilità di bloccare questo progetto e di conseguenza a breve fermare il Paese".

AEROPORTI

"Per quanto riguarda gli aeroporti - ha spiegato Rossi - condivido con il ministro dei trasporti il fatto che Pisa è l´aeroporto strategico e internazionale della Toscana. Si faccia la terza pista. Si facciano collegamenti ferroviari più rapidi tra Pisa e Firenze, anche se per questo Toninelli deve rivolgersi a Ferrovie per l´investimento infrastrutturale necessario. Si facciano gli investimenti necessari per ampliare l´aerostazione. Per Firenze quello che chiediamo è la messa in sicurezza, con una nuova pista che comporterà uno sviluppo modesto, ma soprattutto – ha insistito - la messa in sicurezza di questa infrastruttura. Il 7 di settembre sarò a Roma per partecipare alla conferenza dei servizi sull´aeroporto di Firenze, spiegherò le nostre ragioni ma nel frattempo ritengo di dover continuare a tenere la barra diritta, anche perché la valutazione di impatto ambientale della nuova pista è risultata molto positiva. Grazie alle piantumazioni che stiamo facendo già si andrebbe a migliorare molto la situazione attuale. Un risultato ancora maggiore se si pensa che non ci sarà l´inceneritore".

Rossi ha infine ricordato l´incremento dei passeggeri registrato dai due scali: "Il bilancio 2017 di Toscana Aeroporti - ha detto - ci mostra nuovi record: aumento del 5,2% dei viaggiatori, cioè 7 milioni e 891mila persone che hanno usufruito dei due scali. Oltre 5 milioni e 200mila sono stati i passeggeri del Galilei, con una crescita del 4,9% rispetto al 2016. Il Vespucci invece ha registrato un aumento del 5,7%, con 2 milioni e 658mila passeggeri transitati nel 2017, rispetto ai circa 2 milioni e 515mila del 2016. I viaggiatori aumentano, nelle previsioni di sviluppo si calcola che nel 2029 potranno transitare 11,5 milioni di passeggeri fra Pisa e Firenze: 7 al Galilei e 4,5 a Peretola. Dobbiamo prepararci a questo incremento, tenendo conto anche del fatto che allo sviluppo dell´aeroporto di Pisa si pone un limite determinato dalla presenza della 46esima Brigata aerea dell´Aeronautica militare. Per essere superato sono necessarie sia una trattativa con il Ministero della difesa, sia una modifica dei piani urbanistici di Pisa".


18/07/18

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
PIANO CONTRO LA POVERTAŽ
 
PIANO CONTRO LA POVERTAŽ
Stanziati 120 milioni di euro

Varato dalla Regione il Piano regionale per la lotta alla povertà, per sostenere persone e ...

RENZI ALLA FESTA DELL´UNITA´
 
RENZI ALLA FESTA DELL´UNITA´
Spara a zero sul governo giallo-verde

"Vediamo che un ministro dell´Interno apre un avviso di garanzia come se fosse una busta di ...

LŽASSESSORE FRATINI DIVENTA GELATAIO
 
LŽASSESSORE FRATINI DIVENTA GELATAIO
ŽArtigiano per un giornoŽ 

Prove da artigiano per lŽassessore Massimo Fratini che questa mattina, sotto la guida di esperti ...

LA MINISTRA GRILLO A FIRENZE
 
LA MINISTRA GRILLO A FIRENZE
Scoppia la polemica sul farmaceutico militare

Il prefetto Laura Lega ha accolto Giulia Grillo, giunta a Firenze per visitare lo Stabilimento Ch ...

AGGRESSIONE A MILITANTI DELLA LEGA
 
AGGRESSIONE A MILITANTI DELLA LEGA
Devastato un gazebo in via Masaccio

Sono stati aggrediti ieri alcuni militanti della Lega che stavano distribuendo volantini sotto un ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date unŽocchiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITAŽ DŽALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.