Firenze in diretta
Firenze, Giovedì 15 Novembre 2018 - ore 20:55
 
CENTRALE DELLO SPACCIO A SAN SALVI
CENTRALE DELLO SPACCIO A SAN SALVI
Arrestati sei magrebini, tre sono ricercati (video)

La polizia ha smanetellato la nuova rete di spacciatori che si era insediata a San Salvi dopo l´operazione anti droga del 2016, quando finirono dietro le sbarre quattro pusher tunisini e un marocchino.

Gli agenti hanno arrestato sei uomini di origine magrebina che avrebbero ereditato la piazza di spaccio continuando il mercato clandestino della droga.

Pochi mesi dopo gli arresti che sembravano aver segnato la chiusura della centrale dello spaccio di hashish e cocaina nell’area che un tempo ospitava l’ex manicomio, gli investigatori, coordinati dalla Procura delle Repubblica, hanno potuto riscontrare che la piazza dello spaccio era già passata di mano e l’attività illecita, ben avviata e con clienti fidelizzati, era stata ereditata da altri.

Gli agenti del Commissariato San Giovanni hanno infatti continuato senza sosta a monitorare l’area teatro dello spaccio, arrivando nei successivi mesi a ricostruire una fitta rete di acquirenti di sostanze stupefacenti.

Ed è proprio partendo da questi che ha avuto inizio il nuovo filone d’inchiesta che si è poi sviluppato anche grazie ad una minuziosa attività tecnica di incrocio di tabulati, resa ancora più complessa dalla circostanza che i destinatari della misura utilizzavano spesso utenze intestate a terzi.

Sulla base degli elementi raccolti, gli inquirenti sono riusciti a dare un volto ai nuovi pusher che - tra San Salvi, via del Mezzetta e la Stazione di Firenze Rovezzano - avevano preso in eredità un’ininterrotta attività di spaccio - in molti casi dal carattere promozionale con offerte inviate tramite messaggi whatsapp - esercitata anche in pieno giorno e, talvolta, in prossimità di istituti scolastici.

Dei nove nordafricani destinatari della misura di arresto - 8 cittadini tunisini e 1 cittadino marocchino tutti di età compresa tra 22 e 46 anni - 3 sono attualmente ricercati, mentre gli altri 6 sono nel carcere di Sollicciano, a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Nel video dell´operazione si vede con quanta naturalezza avvenga lo spaccio a cielo aperto e il ritrovamento dei nascondigli della droga da parte del cane Amper del nucleo cinofilo della polizia. (clicca qui per il video)

Viola Bretone


13/06/18

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
TRE GIORNI PER CONOSCERE LA RICHARD GINORI
 
TRE GIORNI PER CONOSCERE LA RICHARD GINORI
Laboratori creativi per bambini

Tre giorni da non perdere per gli amanti della bellezza senza tempo di Richard Ginori. Venerd&igr ...

RUBA LA BORSA A UNŽANZIANA 
 
RUBA LA BORSA A UNŽANZIANA 
Catturato grazie a due giovani

Hanno sentito un’anziana gridare in strada e visto un uomo scappare con una borsa da donna ...

OTTANTASEIENNE INVESTITA 
 
OTTANTASEIENNE INVESTITA 
Stava attraversando la strada

Stava attraversando la strada quando è stata urtata da un’auto. È accaduto st ...

VERTENZA BEKAERT
 
VERTENZA BEKAERT
Apre lŽufficio regionale preposto a Figline

E’ aperto da stamani, al terzo piano del municipio di Figline, l’ufficio che la Regio ...

OPERATE AL FEMORE A 104 E 105 ANNI
 
OPERATE AL FEMORE A 104 E 105 ANNI
Sono già tornate a camminare

Hanno 104 e 105 anni, sono state operate al femore lo scorso venerdì al San Giovanni di Di ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date unŽocchiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITAŽ DŽALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.