Firenze in diretta
Firenze, Lunedì 27 Maggio 2019 - ore 12:34
 
5 OPERE D´ARTE PER IL PALAZZO DI GIUSTIZIA
5 OPERE D´ARTE PER IL PALAZZO DI GIUSTIZIA
Inaugurate dal sindaco Nardella

Sono state inaugurate oggi le cinque opere vincitrici del concorso internazionale di arte contemporanea nato per abbellire il Palazzo di Giustizia e i suoi dintorni a Novoli. Il concorso, indetto nell’agosto 2015, aveva avuto subito successo, tanto che sono arrivate 228 domande, anche dall’estero. Il bando è stato indetto ai sensi della legge 717 del 1949 che impone alle amministrazioni pubbliche che costruiscono nuovi edifici pubblici di destinare una quota della spesa totale prevista nel progetto per realizzare opere di abbellimento degli edifici stessi. Firenze è tra i pochi Comuni che attua la legge del ´49, investendo anche sulla professionalità artistica e il talento delle nuove generazioni. I vincitori, decretati all’inizio dell’anno, sono il giapponese Shigeru Saito con ‘Prima del tramonto’; Antonio Violetta con ‘Giustizia’; Sislej Xhafa, artista proveniente dal Kosovo, con ‘J’; Virginia Zanetti con ‘Il cielo stellato sopra di me, la legge morale in me’, e Mauro Pace insieme a Saverio Villirillo e Gregorio De Luca Comandini con ‘Metabole’. Oggi, al taglio del nastro, era presente il sindaco Dario Nardella.

“La legge del 1949 – ha sottolineato il sindaco – è un po’ dimenticata. Firenze vuole invece attualizzarla e continuare a crederci, dando agli artisti un messaggio positivo e invitandoli a restare protagonisti e a lanciare nuovi stili e avanguardie. Non a caso abbiamo voluto, nel concorso, che ci fosse una sezione riservata agli under 35”.

“Il Palazzo di giustizia – ha aggiunto – è e deve essere simbolo non solo di processi ma di giustizia, umanità e civiltà. Attraverso queste opere vogliamo lanciare un’alleanza tra cultura e giustizia, tra arte e diritti. Si tratta di un’alleanza bella e sensata ma ahimè controcorrente nel nostro Paese”. “Firenze intende applicare questa legge – ha concluso – anche per altri investimenti pubblici, per esempio nelle opere di riqualificazione della Fortezza, del Meccanotessile, della Manifattura Tabacchi. Chiederemo al ministero competente se anche la tramvia possa rientrare nell’ambito di applicazione”.


21/05/18

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
RESTAURO DELLE STORIE DI SAN FRANCESCO
 
RESTAURO DELLE STORIE DI SAN FRANCESCO
Occasione per conoscere meglio Giotto

I Bardi, a capo di una delle compagnie medievali più potenti d’Europa, scelsero Giot ...

RESTAURATORI ACROBATI
 
RESTAURATORI ACROBATI
Con le funi per monitorare la Cupola

Sono iniziati i lavori di monitoraggio delle superfici esterne dei monumenti del Duomo di Firenze ...

RECORD DI INCASSI PER PALAZZO MEDICI RICCARDI
 
RECORD DI INCASSI PER PALAZZO MEDICI RICCARDI
+60% di visitatori rispetto ad aprile 2018

Record di accessi a Palazzo Medici Riccardi, che nel mese di aprile ha fatto registrare 26.656 pr ...

MAGGIO MUSICALE FIORENTINO
 
MAGGIO MUSICALE FIORENTINO
Approvato il Piano di Risanamento

La Corte dei Conti ha ufficialmente approvato il Piano di Risanamento per il triennio 2016 &ndash ...

GABINETTO DEI DISEGNI DEGLI UFFIZI
 
GABINETTO DEI DISEGNI DEGLI UFFIZI
Al via un censimento generale

Un ‘censimento generale’ per verificare lo stato di conservazione e acquisire nuove i ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.