Firenze in diretta
Firenze, Giovedì 17 Gennaio 2019 - ore 00:36
 
AUMENTI AI DIRIGENTI ASL
AUMENTI AI DIRIGENTI ASL
Rossi fa chiarezza, torneranno ai vecchi stipendi

Dopo il post pubblicato ieri su Facebook in cui il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, esprimeva la sua volontà di chiarezza in merito ai trasferimenti di personale dalle aziende sanitarie verso l´amministrazione regionale con precedente aumento di stipendio, in serata è arrivata la risposta degli uffici e la relativa spiegazione in una nota dello stesso Rossi.

"In merito ai comandi di personale proveniente da aziende sanitarie verso l´amministrazione regionale, l´articolo 18 bis della legge regionale 1/2009 prevede che: ‘ai dirigenti in posizione di comando provenienti dalle aziende e dagli enti del sistema sanitario regionale continua ad erogarsi la retribuzione già percepita presso le amministrazioni di provenienza´.

Dalle verifiche che abbiamo effettuato risulta che quattro dirigenti sono stati comandati dalla AOU Careggi alla direzione regionale della sanità nel mese di febbraio 2018. Nel dicembre scorso nei confronti di questi era stato adottato, dalla dottoressa Calamai, un provvedimento motivato con cui, a fronte di attribuzioni aggiuntive, era stata aumentata la retribuzione annua: in tre casi di 9 mila euro ciascuno, e in un caso di 6 mila euro. Inoltre, è stato comandato un quinto dirigente di Careggi, ovvero, il direttore amministrativo dell´azienda ospedaliera, il quale, perdendo nel trasferimento alla direzione regionale della sanità l´incarico, aveva subito una riduzione dello stipendio di oltre 40mila euro, solo parzialmente compensata da un altro provvedimento, richiesto dalla dottoressa Calamai, che motivava un incremento stipendiale di 25mila euro.

A conti fatti, si può dunque rilevare un incremento complessivo di spesa non superiore a 18mila euro, con stipendi che rientrano nella norma, considerati gli incarichi che i dirigenti attualmente svolgono.

Tuttavia, motivi di opportunità ci spingono a richiedere il ripristino della situazione precedente agli aumenti. Infatti, per le esigenze di rigore nella gestione del Sistema sanitario regionale, e per evitare che illazioni e speculazioni prendano corso, siamo convinti che una decisione responsabile sia la scelta migliore.

Teniamo inoltre a chiarire che questo episodio non modifica il nostro rapporto di fiducia verso la dottoressa Calamai, il cui lavoro a Careggi è stato positivo e il cui impegno alla Direzione regionale alla sanità ha già cominciato a dare buoni risultati.

Poiché casi analoghi potrebbero riscontrasi, nei prossimi giorni saranno effettuate tutte le verifiche necessarie per valutare le eventuali azioni da intraprendere.

Chi svolge un ruolo manageriale, soprattutto nella pubblica amministrazione, gestisce situazioni complesse ed assume decisioni esposte, a posteriori, a varie tipologie di valutazioni.

Pertanto, in talune circostanze, è necessario adottare, responsabilmente ed in trasparenza, correttivi, anche se ciò comporta comprensibile sofferenza e disagio per alcune persone, la cui reputazione non è in discussione".


19/05/18

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
XEKALOS LASCIA I CINQUE STELLE
 
XEKALOS LASCIA I CINQUE STELLE
Fonda una lista civica che correrà col centrodestra

Arianna Xekalos lascia il Movimento 5 Stelle e lancia una propria lista civica, “Firenze in ...

´MAESTRI ARTIGIANI ONORARI´
 
´MAESTRI ARTIGIANI ONORARI´
La nomina per il sindaco e la giunta

Si è chiusa a Palazzo Vecchio con la consegna al sindaco Dario Nardella e alla giunta degl ...

TOSCANA CONTRO IL DECRETO SICUREZZA
 
TOSCANA CONTRO IL DECRETO SICUREZZA
La Regione farà ricorso alla Corte Costituzionale

Contro il decreto sicurezza del Governo la Regione Toscana farà ricorso alla Corte Costitu ...

STOP AL DECRETO SICUREZZA
 
STOP AL DECRETO SICUREZZA
Le parole del sindaco Nardella

Decreto sicurezza: diversi Sindaci hanno dichiarato di temerne le conseguenze e di avere in mente ...

SALVINI: 1,5 MILIONI PER FIRENZE
 
SALVINI: 1,5 MILIONI PER FIRENZE
In Toscana serve un centro per i rimpatri

Ieri sera il ministro dell´Interno, Salvini ha incontrato il sindaco di Firenze e il Comita ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.