Firenze in diretta
Firenze, Lunedì 16 Luglio 2018 - ore 18:36
 
ATTI VANDALICI A TAVARNELLE
ATTI VANDALICI A TAVARNELLE
Imbrattati spazi pubblici e privati

Atti di vandalismo negli spazi pubblici di Tavarnelle. Muri, strade, cartelli, cassonetti e spazi pubblici sono stati imbrattati con simboli quali svastiche, richiami anarchici e acronimi offensivi nei confronti delle forze dell’ordine, scritte eclatanti. In una notte, quella a cavallo tra sabato e domenica scorsi, un’azione incivile ed estesa ha sporcato un intero paese, deturpando nel corso dello stesso episodio vie e spazi pubblici, come il Centro Giovani ed edifici privati del capoluogo.

“E’ un fatto grave, per chi lo ha commesso e chi lo subisce, che non possiamo accettare e condanniamo fermamente – dichiara indignato il sindaco David Baroncelli - che testimonia quanto il livello di maleducazione e di indifferenza verso il patrimonio pubblico sia cresciuto e si sia manifestato con questo atto nel nostro territorio, lo stesso luogo in cui i responsabili presumibilmente risiedono; non ci limitiamo a prenderne atto, ci attiviamo con tutti gli strumenti a nostra disposizione per identificare i responsabili e adottare le opportune misure perché atti del genere non si ripetano più e i soggetti coinvolti e l’intera comunità prendano coscienza dei gesti compiuti”. Ma il sindaco Baroncelli non si limita alle parole. La denuncia morale, rivolta agli esecutori degli atti, che hanno costretto Tavarnelle a svegliarsi domenica mattina deturpata in varie aree del capoluogo, è stata immediatamente seguita da una querela contro ignoti sporta dal primo cittadino al Comando dei Carabinieri di Tavarnelle.

“I danni, ingenti, che abbiamo subito, non possono essere liquidati come una semplice bravata - prosegue il sindaco – è un messaggio deleterio che rischia di essere esempio e cattiva lezione se non rispondiamo fermamente a quanto accaduto. E’ un fatto di educazione che non c’è, di rispetto che manca, e mi domando quanto possa essere legato all’impronta educativa, un’opera di denigrazione, depotenziamento e svuotamento di significati come quella che si è verificata a Tavarnelle non può essere ignorata o risolta superficialmente con un mero rammarico del degrado del nostro tempo; è un problema culturale, di giustizia, di etica e di rispetto per il quale adotteremo le misure necessarie fino a sanzionare adeguatamente i comportamenti scorretti”.

Le indagini, finalizzate all’identificazione degli autori del gesto, sono al momento in corso.


08/05/18

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
NUBIFRAGIO NEL MUGELLO
 
NUBIFRAGIO NEL MUGELLO
Bloccata per alcune ore la ferrovia Faentina

Dopo le 17 di domenica il Mugello è stato colpito da forti temporali, che hanno causato ca ...

ARRIVA L´INFERMIERE DI FAMIGLIA
 
ARRIVA L´INFERMIERE DI FAMIGLIA
Una novità per l´assistenza a domicilio

Arriva l´Infermiere di Famiglia. Una nuova figura professionale che si prenderà cura ...

FIAMME ALLA STAZIONE
 
FIAMME ALLA STAZIONE
L´incendio nella zona del sottopasso

Nella notte si è sviluppato un incendio nel sottopasso della stazione Santa Maria Novella ...

CONTROLLI ANTI ABUSIVISMO
 
CONTROLLI ANTI ABUSIVISMO
Sequestrati oltre mille articoli

Oltre mille articoli sequestrati e due maximulte per altrettanti venditori abusivi. È ques ...

CHIUSURE NOTTURNE IN FIPILI
 
CHIUSURE NOTTURNE IN FIPILI
Da lunedì 16 a venerdì 20 luglio

Per interventi di ripristino del piano viabile, che saranno eseguiti in orario notturno dalle 22 ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.