Firenze in diretta
Firenze, Domenica 21 Ottobre 2018 - ore 17:41
 
ORDINANZA ANTI-PROSTITUZIONE
ORDINANZA ANTI-PROSTITUZIONE
I risultati: 27 persone denunciate

Trecentottantaquattro servizi effettuati sia con l’auto di servizio che tramite agenti in borghese, 27 persone denunciate e la rimozione di una roulotte in viale Guidoni usata per consumare i rapporti sessuali: sono i risultati a cui ha portato l’ordinanza del sindaco Dario Nardella contro lo sfruttamento della prostituzione, in vigore dal 14 settembre 2017 al 14 marzo scorso. I dati sono stati presentati stamani dal sindaco e dal comandante della Polizia municipale Alessandro Casale in Palazzo Vecchio. Alla presentazione ha partecipato anche Serena Perini, membro della Comunità Papa Giovanni XXIII, che opera anche a Firenze tramite le proprie Unità di strada.

“Siamo soddisfatti degli effetti dell’ordinanza - ha detto il sindaco Nardella - perché con l’entrata in vigore il fenomeno della prostituzione si è sensibilmente ridotto nelle zone del nostro comune dove era più presente. La diminuzione ci è stata confermata anche dalle molte associazioni di volontariato che operano sul nostro territorio per supportare le vittime, e che ringraziamo per la loro attività”. “L’ordinanza ha tutelato prima di tutto le vittime - ha spiegato il sindaco -, ovvero le donne che vengono strappate alle loro famiglie, violentate, che diventano oggetto della tratta internazionale e vengono fatte prostituire nei marciapiedi delle nostre periferie. Con l’ordinanza abbiamo cercato di colpire un business inaccettabile della criminalità organizzata di diverse nazionalità, che spadroneggia nel nostro Paese, alimentando la terza industria criminale del mondo”. “Noi siamo convinti che solo con strumenti concreti come la nostra ordinanza - ha continuato Nardella - si può dare un contributo al contrasto dello sfruttamento della prostituzione e della tratta. E per questo ringraziamo anche l’impegno di Papa Francesco, che sul tema dello sfruttamento della prostituzione non ha mai fatto un passo indietro, definendo la tratta delle prostitute un vero e proprie crimine contro l’umanità e i clienti come responsabili di un vero e proprio atto di tortura”. “Dobbiamo aprire gli occhi su questo fenomeno che alimenta la criminalità e il degrado sociale nelle nostre città e periferie - ha continuato - e che ci rende tutti meno degni di far parte di una comunità libera e democratica”.

Il sindaco ha poi spiegato che “l’ordinanza, per definizione, ha un tempo limitato” e che la Polizia municipale, anche adesso che l’atto non è più vigente, continuerà a fare i controlli e qualora il fenomeno dovesse ripetersi nell’entità registrata prima dell’entrata in vigore dell’atto “saremo pronti a firmare una nuova ordinanza per andare avanti con questa azione di contrasto del fenomeno”.


18/04/18

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
PRIMARIE REGIONALI PD
 
PRIMARIE REGIONALI PD
Eletta la renziana Bonafè

Si sono svolte ieri le primarie regionali per eleggere il nuovo segretario del Pd e ad imporsi &e ...

OMICIDIO CIATTI E STRAGE ERASMUS
 
OMICIDIO CIATTI E STRAGE ERASMUS
Il ministro Bonafede incontra l´omologa spagnola

Il ministro della giustizia Alfonso Bonafede ha incontrato la sua omologa spagnola Dolores Delgad ...

CONTE FA LEZIONE A FIRENZE
 
CONTE FA LEZIONE A FIRENZE
´Le previsioni di crescita vanno aggiornate´

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, atteso da centinaia di studenti, al Polo universitari ...

NARDELLA: PRESTO LA NUOVA MERCAFIR
 
NARDELLA: PRESTO LA NUOVA MERCAFIR
´La strada per lo stadio è spianata´

Nardella ha parlato oggi a Controradio affrontando il tema della Mercafir, collegato alla costruz ...

CONFINDUSTRIA SPINGE LE INFRASTRUTTURE
 
CONFINDUSTRIA SPINGE LE INFRASTRUTTURE
In arrivo 350 milioni per Peretola

"Investimenti per 350 milioni destinati a una nuova pista, al terminal passeggeri e importanti op ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.