Firenze in diretta
Firenze, Mercoledì 18 Luglio 2018 - ore 02:34
 
RAGAZZO PICCHIATO IN CENTRO
RAGAZZO PICCHIATO IN CENTRO
Arrestati quattro minorenni per l´aggressione

Nel pomeriggio di domenica 8 aprile, in via del Leone, nei pressi di Piazza Tasso a Firenze, uno studente 21enne di Grosseto era stato notato, mentre stava camminando intento a parlare al telefono cellulare, da quattro giovani stranieri, che poi si scoprirà essere giovanissimi albanesi ospiti presso una struttura di accoglienza per minori non accompagnati di Calenzano, i quali, sicuri di non essere visti da altre persone, si erano avventati sul malcapitato, aggredendolo alle spalle e sferrandogli una violenta serie di calci e pugni al punto da ridurlo inerte disteso a terra per poi sottrargli il cellulare.

I quattro si erano allontanati quindi di corsa dal luogo del delitto e, percorrendo una serie di stradine, erano giunti all’altezza del ponte Vespucci e avevano proseguito la fuga sul Lungarno Santa Rosa.

Alla vittima, soccorsa e trasportata all’ospedale di Santa Maria Nuova, dopo i primi accertamenti erano state riscontrate tumefazioni diffuse e, soprattutto, la frattura della base orbitale dell’occhio destro, danno che lo pone in serio pericolo relativamente alla futura capacità di utilizzare in pieno la vista.

I Carabinieri, attraverso le dichiarazioni di testimoni e l’acquisizione di immagini estrapolate dai diversi impianti di videosorveglianza presenti, sono riusciti a ricostruire compiutamente i fatti.

Alcuni fotogrammi immortalavano i quattro rapinatori in fuga e, soprattutto, il loro abbigliamento e le loro sembianze.

Inoltre sono stati acquisiti i tabulati riguardanti il traffico telefonico nella zona.

Il taglio di capelli, particolarmente ricercato, di due rapinatori ha permesso di risalire a un salone in via Guelfa dove quel particolare taglio viene fatto e qui è stato rintracciato uno dei rapinatori.

Fermato e condotto presso il Comando Compagnia di Oltrarno, ha ammesso subito le sue responsabilità.

Un paio d’ore più tardi, sono stati rintracciati e fermati presso il centro di accoglienza per minori di Calenzano anche gli altri tre rapinatori, incastrati anche dal rinvenimento all’interno dei loro armadi degli abiti indossati il giorno dell’aggressione.

Tutti e quattro i malviventi risultano minorenni e due di loro già gravati da precedenti di polizia per reati contro il patrimonio.

E´ stato anche rintracciato il cellulare del malcapitato, che la stessa sera della rapina, era stato ceduto per 40 euro.

I quattro rapinatori, tutti sottoposti a fermo di polizia giudiziaria, sono stati tradotti presso l’Istituto Penitenziario per i Minorenni di via Orti Oricellari.

Sara Aldobrandi


13/04/18

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
DANNI DA MALTEMPO NEL MUGELLO
 
DANNI DA MALTEMPO NEL MUGELLO
Chiesto lo stato di calamità 

L´assessore all´Agricoltura dell´Unione dei Comuni del Mugello, Federico Ignest ...

ALBERI CADUTI IN CITTA´ METROPOLITANA
 
ALBERI CADUTI IN CITTA´ METROPOLITANA
15 interventi dei vigili del fuoco

Il maltempo annunciato con l´allerta arancione ha fatto danni ieri sera soprattutto nella z ...

SCANDICCI, NUOVI CASSONETTI
 
SCANDICCI, NUOVI CASSONETTI
Inizia la distribuzione delle chiavette elettroniche

Inizia oggi, martedì 17 luglio, la distribuzione della chiavetta elettronica che gli infor ...

NUBIFRAGIO NEL MUGELLO
 
NUBIFRAGIO NEL MUGELLO
Bloccata per alcune ore la ferrovia Faentina

Dopo le 17 di domenica il Mugello è stato colpito da forti temporali, che hanno causato ca ...

ARRIVA L´INFERMIERE DI FAMIGLIA
 
ARRIVA L´INFERMIERE DI FAMIGLIA
Una novità per l´assistenza a domicilio

Arriva l´Infermiere di Famiglia. Una nuova figura professionale che si prenderà cura ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.