Firenze in diretta
Firenze, Martedì 25 Settembre 2018 - ore 16:04
 
FIRENZE SALUTA IDY DIENE
FIRENZE SALUTA IDY DIENE
La salma è stata portata in Senegal

“Firenze saluta Idy, uomo buono e innocente che amava la nostra città. Firenze era la sua città, dove ha costruito relazioni umane, amicizie e dove lavorava. La comunità fiorentina esprime il proprio cordoglio per la morte di Idy e si stringe al dolore profondo di sua moglie Rokhaya e dei suoi fratelli. Oggi è un giorno di lutto in cui piangiamo Idy, ma anche un giorno in cui troviamo una speranza di comunità e di una vita migliore”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella alle Cappelle del commiato, dove questa mattina si è tenuta la cerimonia funebre per Idy Diene ucciso il 5 marzo scorso sul Ponte Vespucci da Roberto Pirrone. Per la giornata di oggi il sindaco Nardella ha proclamato il lutto cittadino.

Alla cerimonia, che si è svolta alla presenza del Gonfalone della città di Firenze e terminata con lo squillo delle chiarine, hanno partecipato tra gli altri la vicesindaca Cristina Giachi, gli assessori Sara Funaro, Federico Gianassi, Stefano Giorgetti, Lorenzo Perra, Alessia Bettini e Andrea Vannucci, la presidente del Consiglio comunale Caterina Biti, alcuni consiglieri comunali, l’imam di Firenze Izzedin Elzir, il cardinale arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori, il rabbino Amedeo Spagnoletto e la comunità senegalese con la sua presidente dell’Associazione dei senegalesi di Firenze e Circondario Diye Ndiaye.

“Il fatto assurdo e tragico che ha portato alla morte di Idy ha riaperto una ferita che stiamo affrontando tutti insieme - ha continuato il sindaco Nardella -. Firenze in questi giorni ha dimostrato grande dignità, grande senso di umanità e grande unità e compattezza contro ogni tentativo di divisione e di odio”. “Ringrazio in particolare la comunità senegalese che ha dimostrato attaccamento alla città - ha aggiunto - e trovo molto significativa la presenza del cardinale Betori e del rabbino Spagnoletto perché di fronte alla morte c’è solo il valore dell’uomo senza alcuna distinzione. Il rapporto tra la vita e la morte ci rende tutti uguali e ci fa capire quali siano le cose che davvero contano”. “Credo che da questa settimana durissima e dolorosa - ha concluso il sindaco - la comunità fiorentina sia uscita più forte, con più speranza e più consapevolezza dei propri valori”.

La salma è poi stata rimpatriata in Senegal dove si terranno i funerali.


14/03/18

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
NARDELLA RICORDA JANE FORTUNE
 
NARDELLA RICORDA JANE FORTUNE
La filantropa delle donne artiste

“La cara Jane Fortune ci ha lasciato troppo presto ma avremo per sempre nel cuore la sua pa ...

VENTUNENNE IN OVERDOSE
 
VENTUNENNE IN OVERDOSE
E´ morta all´ospedale di Careggi

Una ragazza di ventuno anni, a Firenze per motivi di studio, si è sentita male ieri pomeri ...

STUDENTESSA PICCHIATA E STUPRATA
 
STUDENTESSA PICCHIATA E STUPRATA
Preso il presunto responsabile

Una ragazza di ventuno anni, di origine asiatica, è stata picchiata e violentata la notte ...

CONTROLLI SUI BUS TURISTICI
 
CONTROLLI SUI BUS TURISTICI
Autista guidava senza patente

Proseguo i controlli mirati della Polizia Municipale sul pullman turistici. Nella scorsa settiman ...

AGGREDITA MARINA ABRAMOVIC
 
AGGREDITA MARINA ABRAMOVIC
L´artista ha parlato con il suo aggressore

Brutta avventura oggi, domenica 23 settembre, per Marina Abramovic che alle 13 stava uscendo da P ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.