Firenze in diretta
Firenze, Martedì 13 Novembre 2018 - ore 02:32
 
BILANCIO RECORD PER IL CINQUECENTO A FIRENZE
BILANCIO RECORD PER IL CINQUECENTO A FIRENZE
Superati i 150 mila visitatori

Si è chiusa ieri a Palazzo Strozzi Il Cinquecento a Firenze, la straordinaria mostra dedicata all’arte del secondo Cinquecento a Firenze. Ultimo atto d’una trilogia di mostre a Palazzo Strozzi a cura di Carlo Falciani e Antonio Natali, iniziata con Bronzino nel 2010 (140.780 visitatori) e Pontormo e Rosso Fiorentino nel 2014 (146.797 visitatori), la mostra ha raggiunto la cifra record di oltre 150.000 visitatori.

Il Cinquecento a Firenze è stata la mostra più visitata della trilogia, mantenendo, fin dall’inizio, una costante attenzione in termini di pubblico, di critica e di visibilità sulla stampa, tanto da essere consacrata miglior mostra del 2017 in Italia dalla prestigiosa classifica del Giornale dell’Arte. Un successo confermato anche dal web: più di 4 milioni e mezzo le persone raggiunte tramite Instagram, Twitter e Facebook, che con un seguito di oltre 75.000 persone conferma Palazzo Strozzi come una delle istituzioni culturali leader in Italia su questa piattaforma; più di un milione le visualizzazioni del sito www.palazzostrozzi.org, 300.000 le visualizzazioni dei video online.

I gruppi che hanno visitato la mostra sono stati in totale 1.860 contribuendo con circa 42.780 presenze; ben 1.130 sono stati i gruppi di adulti per un totale di circa 26.000 visitatori e, di questi 6.900 hanno seguito le visite guidate organizzate dalla Fondazione. Oltre 700 sono state le classi delle scuole provenienti da tutta Italia, per un totale di circa 16.100 studenti che hanno visitato la mostra e aderito alle iniziative della Fondazione. Nel campo della didattica si segnala inoltre il successo di importanti progetti dedicati all’accessibilità, con i progetti dedicati alle persone con Alzheimer, le ragazze e i ragazzi con autismo, gruppi di adulti con disabilità fisiche o cognitive.

“Dopo i successi ottenuti portando a Firenze la grande arte contemporanea, con la mostra Il Cinquecento a Firenze, ultimo atto d’una trilogia di mostre curate da Carlo Falciani e Antonio Natali, Palazzo Strozzi si è riaccostato a unŽepoca come il Cinquecento con un approccio nuovo e sperimentale: non solo per celebrare il nostro grande passato ma anche per riscoprire un periodo storico e una generazione di artisti sconosciuti ai più” dichiara Arturo Galansino, Direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi “L’ottimo risultato della mostra conferma ancora una volta la validità dell’offerta di Palazzo Strozzi, che continua a produrre mostre tanto originali e coraggiose quanto di successo, tenendo fede al disegno della Fondazione di portare a Firenze eventi culturali di qualità e di valenza internazionale. Questo successo non è dipeso solo dalle opere esposte ma anche da un approccio innovativo all’interpretazione, alla comunicazione e all’accoglienza.”

“La mostra del Cinquecento a Firenze è stata giudicata la migliore del 2017; ma va subito aggiunto che è stata anche gratificata da un pubblico di visitatori molto alto, tenendo alla fine il passo d’esposizioni che vertevano su Caravaggio, Monet, Picasso e Van Gogh. Nomi eclatanti e fulgidi; al cui cospetto la rassegna fiorentina ha proposto i suoi (poco o per niente noti) Cavalori, Macchietti, Naldini, Poppi, Portelli, Sciorina, Stradano, Zucchi, e giù per la scesa" affermano Carlo Falciani e Antonio Natali, curatori della mostra “Siamo pertanto grati alla Fondazione Palazzo Strozzi della fiducia che ci ha dato, accettando il rischio. Ma pari riconoscenza esprimiamo ai visitatori; i quali con la loro scelta hanno mostrato di non accontentarsi di feticci abusati. Le mostre si allestiscono non per celebrare i soliti artisti ormai arcinoti, ma per farne conoscere altri, meritevoli d’una più diffusa conoscenza”.

 


22/01/18

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
I CONCERTI DELLA LIUTERIA TOSCANA
 
I CONCERTI DELLA LIUTERIA TOSCANA
Un festival dedicato ai maestri artigiani

Strumenti ad arco plasmati da maestri artigiani e restaurati da mani altrettanto sapienti, tornan ...

NUOVO PRESIDENTE ALLŽACCADEMIA DI BELLE ARTI
 
NUOVO PRESIDENTE ALLŽACCADEMIA DI BELLE ARTI
EŽ Carlo Sisi

Il Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti ha nominato il prof. Carlo Sisi presidente dell& ...

CONFERENZA DELLE CAPITALI DELLA CULTURA
 
CONFERENZA DELLE CAPITALI DELLA CULTURA
Nardella: ´Risposta agli euroscettici´

“Oggi confermiamo l’obiettivo di creare una rete stabile di tutte le capitali europee ...

CHIAVI DELLA CITTAŽ A LIVI
 
CHIAVI DELLA CITTAŽ A LIVI
Produttore cinematografico francese

Consegnate, questa mattina a Palazzo Vecchio, le Chiavi della Città al produttore cinemato ...

CONFERENZA DELLE CAPITALI EUROPEE DELLA CULTURA
 
CONFERENZA DELLE CAPITALI EUROPEE DELLA CULTURA
Il 5 e 6 novembre a Firenze

Il 5 e 6 novembre prossimi si svolgerà a Firenze la prima conferenza delle capitali europe ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date unŽocchiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITAŽ DŽALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.