Firenze in diretta
Firenze, Mercoledì 19 Settembre 2018 - ore 19:43
 
FUTURO DELLA MALO 
FUTURO DELLA MALO 
Obiettivo: mantenere i posti di lavoro

Dare un futuro alla Malo di Campi Bisenzio, attraverso il mantenimento di tutti i posti di lavoro e la continuità delle attività aziendali. E´ questa la volontà espressa dalla proprietà della storica azienda di abbigliamento in cachemire al tavolo istituzionale convocato presso la presidenza della Regione, a Palazzo Strozzi Sacrati.

 

L´amministratore delegato dell´azienda Bernhard Kiem ha informato i rappresentanti di Regione Toscana (presente il consigliere del presidente Rossi per il lavoro Gianfranco Simoncini), Regione Emilia Romagna, del Comune di Campi Bisenzio e le organizzazioni sindacali, che lunedì scorso è stato presentato il piano concordatario predisposto per far fronte alle difficoltà aziendali, e che nel piano sono indicate queste previsioni: mantenimento di tutto il perimetro aziendale (l´azienda ha due sedi, una a Campi Bisenzio e una a Borgonovo Val Tidone, in provincia di Piacenza, con rispettivamente 60 e 38 dipendenti), con la volontà di utilizzare al minimo gli ammortizzatori sociali, e messa a disposizione delle risorse necessarie a garantire il raggiungimento degli obiettivi dando continuità alla produzione e alle nuove collezioni (prevista la partecipazione anche al prossimo Piti di gennaio).

Il piano concordatario, che quindi prevede la continuità aziendale, ha una durata di 15 mesi: definisce infatti il 31 marzo 2019 come termine ultimo per la sua esecuzione e il ristorno ai creditori.

 

Gianfranco Simoncini, a nome delle istituzioni presenti, ha auspicato che il piano possa arrivare a buon fine rapidamente in modo da garantire un solido futuro a uno dei marchi più importanti del cachemire a livello mondiale.

A questo punto, ha aggiunto, il confronto potrà proseguire in sede aziendale a meno che non vi siano nuove richieste di attivazione del tavolo sulle quali, ha detto, Regione e istituzioni locali anticipano fin da adesso la loro disponibilità.

Il prossimo appuntamento è previsto al Tribunale di Firenze. Il 10 gennaio è infatti in programma la prima udienza per stabilire se il piano potrà essere omologato e diventare quindi esecutivo.


20/12/17

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
DELITTO DI SANT´AGATA
 
DELITTO DI SANT´AGATA
Nessun precedente Tso per il padre omicida

Nessun TSO (Trattamento sanitario obbligatorio) per l’uomo di 34 anni che la sera di venerd ...

BOCELLI CANTA A BAGNO A RIPOLI
 
BOCELLI CANTA A BAGNO A RIPOLI
In occasione dell´arrivo della Madonna di Fatima

L´arrivo della Madonna Pellegrina di Fatima nella piccola chiesa di San Bartolomeo di Quara ...

SPARI IN VIALE DON MINZONI
 
SPARI IN VIALE DON MINZONI
Ricoverato in psichiatria un quarantunenne

Paura la notte scorsa in viale don Minzoni dove un quarantunenne ha esploso alcuni colpi di fucil ...

UCCIDE IL FIGLIO: ´NON RICORDO´
 
UCCIDE IL FIGLIO: ´NON RICORDO´
Resta in carcere il padre assassino

Ha ucciso il figlio di un anno e ferito la compagna con diverse coltellate, il trentaquattrenne d ...

PALLINI DA CACCIA NEL RISTORANTE
 
PALLINI DA CACCIA NEL RISTORANTE
Ricercato un cacciatore

Ieri nel giorno dell´apertura della caccia alcuni pallini sparati da un fucile sono arrivat ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.