Firenze in diretta
Firenze, Venerdì 15 Dicembre 2017 - ore 01:34
 
MERCE IN PELLE DI PROCIONE
MERCE IN PELLE DI PROCIONE
Sequestrata per importazione illegale

I carabinieri forestali raggruppamento servizio Cites hanno sequestrato a Sesto Fiorentino oltre 5.500 capi di abbigliamento, tra cappelli, sciarpe e guanti realizzati con pelliccia di procioni (orsetto lavatore o Procyon lotor) allevati e provenienti dalla Cina, in violazione della normativa comunitaria che regolamenta il commercio di pelli e pellicce vietando l`introduzione e l`uso nell´Unione Europea di pellicce e prodotti con queste ottenuti, di animali da pelliccia, come il procione, il coyote, la lince ed altri, che provengano da Paesi che non assicurino che per la loro cattura, allevamento e abbattimento non siano usate tagliole o metodi cruenti che producano gravi sofferenze. I capi in questione erano stati importati illegalmente dalla Cina, paese in cui non esistono allevamenti autorizzati, e per questo i Carabinieri hanno deferito all´autorità giudiziaria il proprietario di una ditta e hanno sequestrato la merce illegale.

Allertati da un caso di importazione di dubbia provenienza di un ingente quantitativo di caratteristici pon-pon, realizzati con pelli di procione (Procyon lotor), gli investigatori hanno eseguito un controllo presso i magazzini e la sede della ditta importatrice sita nella zona industriale fiorentina. Tra le migliaia di prodotti in esposizione, costituiti da semilavorati, giubbotti, giacche, abiti, accessori di abbigliamento etc., i militari hanno individuato la merce illegalmente introdotta e pronta per essere alienata sul mercato italiano ai rivenditori al dettaglio. Non è la prima volta che il settore della moda viene sottoposto a controlli mirati da parte del Servizio CITES. Già nel 2010, con le operazioni "Racoon" e "Rascal", furono circa mille i capi di abbigliamento griffati e Made in Italy sequestrati ad una nota catena di moda romana presso numerose boutique della capitale dagli agenti CITES e 600 i "colli" realizzati con procione provenienti da Pechino e sottoposti a sequestro. La merce sequestrata dai Carabinieri Forestali, una volta immessa sul mercato, avrebbe fruttato cifre sino a 200.000 euro. I controlli si estenderanno ad altri centri di importazione e vendita di pelli e pellicce animali.

FONTE: lanazione.it


13/10/17

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
RIFIUTI PERICOLOSI SMALTITI ILLEGALMENTE
 
RIFIUTI PERICOLOSI SMALTITI ILLEGALMENTE
Sei persone arrestate in Toscana

"Ci mancavano anche i bambini che vanno all´ospedale, che muoiano i bambini. Non mi importa ...

CONSUMA: MESSA IN SICUREZZA DELLA SR70 
 
CONSUMA: MESSA IN SICUREZZA DELLA SR70 
1,5 milioni di euro per i lavori

Iniziati questa mattina i lavori per migliorare la sicurezza sulla Sr 70 della Consuma. "Questo i ...

TRAFFICO DI RIFIUTI PERICOLOSI
 
TRAFFICO DI RIFIUTI PERICOLOSI
Coinvolte 7 aziende in tutta Italia

100 Carabinieri Forestali, con la collaborazione di personale dell’ARPAT, dell’Agenzi ...

CORPO TROVATO IN UN CANALE
 
CORPO TROVATO IN UN CANALE
Nella zona industriale tra Sesto e Calenzano

Il corpo di un uomo dall´apparente età di settant´anni è stato ritrovat ...

CAPODANNO IN PIAZZA DELLA RESISTENZA A SCANDICCI
 
CAPODANNO IN PIAZZA DELLA RESISTENZA A SCANDICCI
Una balera per tutte le generazioni

Una balera contemporanea e intergenerazionale, fra tradizione e innovazione, dove scoprire nuove ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.