Firenze in diretta
Firenze, Venerdì 21 Settembre 2018 - ore 18:41
 
IL MINISTRO MARTINA AL CONSORZIO CHIANTI
IL MINISTRO MARTINA AL CONSORZIO CHIANTI
Sostegno per una produzione in calo anche del 50%

Una moratoria sui pagamenti, un concreto sostegno al reddito per gli agricoltori. Sono le ipotesi alle quali lavorerà il ministero delle Politiche agricole per far fronte alle difficoltà causate dalla siccità come ha promesso il ministro Maurizio Martina in visita ieri al Consorzio Vino Chianti a Firenze.

“I viticoltori segnalano che sarà un´annata complicata e che dovrà essere gestita in termini straordinari, ci sarà un grande problema di calo delle produzioni, e di conseguenza di calo del reddito – ha detto Martina – Ho chiesto al Consorzio del Chianti di segnalarmi le maggiori criticità, lavoreremo a strumenti di sostegno per le aziende, possiamo ad esempio ipotizzare una moratoria sui pagamenti, ma serve un progetto di prospettiva perché siamo di fronte a un cambiamento climatico che coinvolge tutto il settore agricolo”.

“Avremo una vendemmia di grande qualità – ha commentato il Presidente del Consorzio Vino Chianti, Giovanni Busi che ha incontrato il Ministro Martina insieme al Direttore del Consorzio Marco Alessandro Bani– ma scarsa dal punto di vista quantitativo, come il Chianti non ha mai visto nella sua storia recente (in alcuni casi si stimano cali fino al 50 per cento). In mancanza di prodotto i costi 2017/2018 promettono di essere troppo onerosi per i tanti piccoli agricoltori che si prendono cura di un territorio conosciuto in tutto il mondo. Il rischio è di veder diminuire investimenti e occupazione. Abbiamo chiesto al Governo un aiuto straordinario per le scadenze nei confronti delle banche ed istituti previdenziali per affrontare questa campagna o 2017/2018”.

Tra le questioni messe sotto i riflettori, nell´incontro alla sede del Consorzio del Vino Chianti in viale Belfiore a Firenze, oltre il calo della produzione di uva dovuto alla condizione climatica, per ovviare al ripetersi di analoghe situazioni, la necessità di utilizzare ed incrementare le risorse idriche disponibili, attraverso, ad esempio i laghetti collinari, semplificando le procedure amministrative per quelli già esistenti che altrimenti rischiano di venire svuotati e di conseguenza inutilizzabili, con gravi ripercussioni anche sotto l’aspetto dell’utilità pubblica, nonché l´importanza di organizzare con tempestività la promozione all´estero e la questione della semplificazione burocratica.

Su questo ultimo punto il ministro Martina ha commentato: “So bene che le novità digitali introdotte sono cambiamenti generazionali che hanno bisogno di una fase di sedimentazione, ma questa è la strada per concretizzare la semplificazione, si tratta di cambiamenti necessari per passare dalle parole ai fatti”.

 


30/08/17

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
CASO DI SEPSI DA MENINGOCOCCO
 
CASO DI SEPSI DA MENINGOCOCCO
Ricoverato un cinquantacinquenne

Un caso di sepsi da meningococco è stato accertato all’ospedale Santa Maria Annunzia ...

LITE AL PODERACCIO
 
LITE AL PODERACCIO
Coinvolti anche due minorenni

Un´accesa lite è scoppiata nella serata di mercoledì al Poderaccio dove due u ...

MICHELE UCCISO CON 6 COLTELLATE
 
MICHELE UCCISO CON 6 COLTELLATE
Tolta la potestà genitoriale al padre

Il piccolo Michele è stato ucciso con sei coltellate alla schiena, di cui una gli ha parzi ...

UN ACQUIRENTE PER MALO
 
UN ACQUIRENTE PER MALO
Speranza per i 100 dipendenti

Ieri al Tribunale di Firenze si è svolta l’asta per la cessione della Malo di Campi ...

FALSO ALLARME BOMBA IN PIAZZA SIGNORIA
 
FALSO ALLARME BOMBA IN PIAZZA SIGNORIA
Paura per una valigia abbandonata

Una grossa valigia di colore nero abbandonata in mezzo a piazza della Signoria ed è scatta ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.