Firenze in diretta
Firenze, Martedì 25 Luglio 2017 - ore 22:32
 
EMERGENZA INCENDI IN TOSCANA
EMERGENZA INCENDI IN TOSCANA
Malore per un vigile del fuoco al lavoro da 20 ore

L´emergenza incendi in Toscana in quest´estate bollente, non accenna a diminuire, complici delinquenti che appiccano roghi nelle zone più disparate della regione.

Un vigile del fuoco ha avuto un malore mentre operava su un incendio a Montale con un turno che durava da 20 ore. Arrivato al pronto soccorso è stato dimesso perchè in buone condizioni. I turni di lavoro durante gli incendi possono arrivare a 24 ore consecutive.

Domenica 16 è stata una delle peggiori con ben otto incendi sparsi per la regione, che hanno anche coinvolto case, campeggi e auto.

Un incendio è scoppiato a Capalbio (Gr) in località Palude del Chiarone, al confine con il Lazio. Interessata la pineta a ridosso del mare. Evacuato lo stabilimento balneare "Ultima Spiaggia" e il campeggio "Costa Selvaggia" in territorio laziale.

A Piancastagnaio (Si), dove alcuni focolai hanno fatto riprendere l´incendio scoppiato sabato. Altri 3 elicotteri regionali hanno operato sull´altro incendio divampato a Marina di Campo, sull´Isola d´Elba.

Un altro elicottero era in azione sul Monte Serra, interessato da un incendio.

Per facilitare le operazioni di riempimento dei serbatoi degli aerei impegnati nello spegnimento degli incendi, i bagnanti del lago di Bilancino e i natanti presenti sullo specchio d´acqua sono stati invitati a rientrare.

Il lago è stato così reso disponibile alle operazioni di carico acqua dei serbatoi degli aerei antincendio.

"Grazie a tutti coloro che in queste ore di emergenza sono impegnati sul fronte degli incendi con grande spirito di sacrificio, dedizione e capacità. Se i cittadini avessero potuto vedere il lavoro svolto da queste persone avrebbero avuto motivo di orgoglio per essere cittadini della Toscana e dell´Italia". Lo ha detto il presidente della Regione Enrico Rossi, commentando una giornata molto difficile per la nostra regione, con più di 100 squadre del servizio antincendi boschivi intervenute per spengere i numerosi incendi.

"Il sistema degli antincendi boschivi della Regione – ha aggiunto Rossi – ha dimostrato di funzionare, ma può essere migliorato ancora di più lavorando su 3 linee. Primo, costruire un piano di prevenzione forestale pluriennale, combinando il lavoro già fatto con l´allestimento di sentieri frangifuoco. Secondo, continuare con la formazione a migliorare la preparazione già alta del personale dipendente e dei volontari. Terzo, aumentare nella cittadinanza la consapevolezza e la responsabilità dei rischi derivanti da comportamenti sbagliati".

"Tuttavia – ha aggiunto Rossi – l´impegno non può essere solo della Regione. Il passaggio della Forestale ai Carabinieri ha sottratto mezzi e forze altamente qualificate alla prevenzione antincendi. Inoltre, la denuncia dei sindacati, Cgil in particolare, di carenza di organico dei Vigili del Fuoco e di vetustà dei mezzi, aerei e terrestri, richiede un impegno di investimenti da parte del Governo per garantire la sicurezza delle abitazioni e l´incolumità delle persone".

"La Toscana – ha continuato il presidente Rossi – ha una dotazione di mezzi aerei sufficienti, avendo a disposizione 11 elicotteri. Credo sia venuto il momento di sapere quali Regioni non si sono adeguatamente dotate del loro sistema aereo antincendio, come ad esempio la Regione Sicilia. Ma quante altre sono nella stessa situazione? Vogliamo saperlo, perché la Regione Toscana ha fatto il suo dovere, ma non può vedersi negare mezzi aerei in momenti di emergenza perché impegnati dalla protezione civile nazionale in altre regioni che invece sono inadempienti. Una volta fatta la verifica delle Regioni inadempienti, si dovrà ordinare loro di mettersi in regola e allo stesso tempo si dovrà dotare adeguatamente la protezione civile nazionale perché non debba lesinare i mezzi in momenti di necessità".

"Nelle prossime settimane – ha concluso Rossi – scriveremo alla presidenza del Consiglio, ai Ministeri interessati e ai presidenti delle altre Regioni per fare un punto a livello nazionale e trovare le soluzioni più confacenti. Non è possibile che l´Italia vada a fuoco e non sia attrezzata adeguatamente per far fronte alla siccità e ai suoi effetti più devastanti, come appunto gli incendi".


17/07/17

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
STUDIO DELLA MALATTIA DI ALZHEIMER
 
STUDIO DELLA MALATTIA DI ALZHEIMER
Scoperti tre nuovi geni coinvolti

Si arricchisce di tre nuovi elementi il complesso “puzzle” per la comprensione della ...

NUOVO SITO DI PROMOZIONE TURISTICA IN TOSCANA
 
NUOVO SITO DI PROMOZIONE TURISTICA IN TOSCANA
E´ online visittuscany.com

Da oggi è attivo il nuovo cuore dell´ecosistema digitale della destinazione Toscana: www.v ...

NUOVI CESTINI DEI RIFIUTI
 
NUOVI CESTINI DEI RIFIUTI
Per fronteggiare l´aumento dei turisti in città

n accordo con l’assessorato all’ambiente, i tecnici di Alia servizi ambientali hanno ...

BIKE SHARING A FLUSSO LIBERO
 
BIKE SHARING A FLUSSO LIBERO
Debutto il 2 agosto

Debutta il 2 agosto il bike sharing a flusso libero a Firenze. Con biciclette dotate di Gps e fac ...

ALLERTA GIALLA PER TEMPORALI
 
ALLERTA GIALLA PER TEMPORALI
Scatterà a mezzanotte per 24 ore

Allerta gialla, domani, per possibili temporali e rischio idrogeologico idraulico nel cosiddetto ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.