Firenze in diretta
Firenze, Martedì 12 Dicembre 2017 - ore 17:17
 
VIENI CON ME!
VIENI CON ME!
Servizio di trasporto per i malati oncologici

Parte oggi a Careggi Vieni Con Me!, progetto pilota sponsorizzato da Novartis Oncology che coinvolge quattro ospedali italiani: un servizio di trasporto non assistito in auto per tutti quei pazienti che hanno difficoltà a raggiungere lŽospedale per le visite e le terapie oncologiche. Vieni Con Me! è stato presentato stamani dallŽassessore al diritto alla salute Stefania Saccardi, assieme a Chiara Paglino, della direzione medica Novartis, Monica Calamai, direttore generale dellŽAOU di Careggi, e Lorenzo Livi, responsabile della radioterapia di Careggi.

"Sono molto contenta che ci sia anche Careggi tra i quattro ospedali italiani coinvolti in questa iniziativa pilota - dice lŽassessore Stefania Saccardi - Come Regione, stiamo mettendo in atto una serie di inziative per essere più vicini alle persone malate di tumore, farle sentire meno sole in questa fase delicata della loro vita, e assisterle meglio nel loro percorso, sollevandole, per quanto possibile, da tutte quelle incombenze legate alla loro patologia. Per questo accolgo con grande favore lŽiniziativa di Novartis, e spero che, dopo i sei mesi di sperimentazione, il progetto possa essere esteso anche ad altri ospedali toscani".

"Riteniamo – commenta Luigi Boano, general manager Novartis Oncology Italia - che lŽimpegno di unŽazienda farmaceutica come la nostra non possa esaurirsi nella ricerca e nello sviluppo di farmaci innovativi, ma debba anche estendersi a progetti indirizzati alle necessità del paziente, che per noi deve essere al centro di ogni attività. In particolare, uno dei temi sociali che riteniamo prioritari, riguarda lŽaccessibilità ai luoghi di cura per i pazienti oncologici. Per questa ragione abbiamo sostenuto il progetto Vieni Con Me, espressamente rivolto ai quei pazienti che hanno difficoltà a raggiungere la sede ospedaliera nelle visite programmate.  Il servizio nasce proprio per facilitare lŽaccesso alle cure per questi pazienti e per consentire allŽoncologo unŽottimale presa in carico del proprio paziente".

In cosa consiste il servizio?

Vieni Con Me!  è un servizio di trasporto non assistito a disposizione dellŽAzienda Ospedaliero-Universitaria Careggi, che permette il trasferimento dei pazienti dalla loro abitazione al centro di riferimento.

A chi è rivolto?

Vieni Con Me! è rivolto a quei pazienti che afferiscono dellŽAzienda Ospedaliero-Universitaria Careggi, per i quali sono presenti particolari difficoltà nel raggiungere la sede ospedaliera nelle visite programmate. Il servizio nasce proprio per facilitare lŽaccesso alle cure per questi pazienti. Infatti, in questo modo, lŽoncologo potrà assicurare la presa in carico ottimale del proprio paziente.

Come funziona?

  • Il Centro oncologico definisce i criteri e individua i pazienti che possono usufruire del servizio: quelli con maggiori difficoltà nel raggiungere la sede ospedaliera nelle visite programmate.
  • LŽoncologo consegna un buono al paziente, valido per unŽandata e ritorno dalla sua abitazione alla sede ospedaliera.
  • Il paziente, una settimana prima, prenota il servizio.
  • Il giorno dellŽappuntamento, un autista incaricato passa a prelevare il paziente presso il suo domicilio.
  • Il servizio garantisce lŽarrivo allŽospedale di Careggi nel rispetto dellŽorario dellŽappuntamento.
  • LŽautista è poi a disposizione del paziente per il rientro al suo domicilio.

Durata e sviluppi futuri

Vieni Con Me! è interamente sponsorizzato da Novartis Oncology.  Si tratta di unŽiniziativa pilota che coinvolge quattro centri di riferimento in Italia: oltre a Careggi, il Centro Oncologico di Aviano, lŽ Ospedale di Taormina e il Policlinico Gemelli di Roma.  Al termine dei prossimi sei mesi, il progetto sarà rivalutato e, se avrà incontrato il gradimento degli oncologi e dei pazienti, proseguirà anche per il 2018, possibilmente migliorato grazie ai commenti di chi ne avrà usufruito. LŽanno prossimo verrà valutata la possibile estensione ad altri centri ospedalieri della Toscana.


19/06/17

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
LA MUSICA CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE
 
LA MUSICA CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE
Sei canzoni scritte da studenti toscani

La musica, si sa, è un linguaggio universale e su temi anche difficili le canzoni possono ...

IL REGALO E´ SOLIDALE
 
IL REGALO E´ SOLIDALE
Due negozi speciali in via de´ Ginori

Il regalo di Natale sta diventando sempre più un regalo solidale.

Bando al consumi ...

SALGONO I LIVELLI DI OMBRONE E BISENZIO
 
SALGONO I LIVELLI DI OMBRONE E BISENZIO
Scuole chiuse in vari comuni fiorentini

I livelli idrometrici del fiume Bisenzio e del torrente Ombrone Pistoiese sono in salita e perman ...

LA MAFIA IN TOSCANA
 
LA MAFIA IN TOSCANA
Il rapporto della Normale di Pisa

"La Toscana non è terra di mafia, ma la mafia c´è". Lo diceva lo scomparso gi ...

PROLUNGATA L´ALLERTA ROSSA
 
PROLUNGATA L´ALLERTA ROSSA
Maltempo fino alle 13 di martedì

E´ stata prolungata fino a domani l´allerta rossa per l´Alta Toscana per rischi ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date unŽocchiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITAŽ DŽALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.