Firenze in diretta
Firenze, Sabato 27 Maggio 2017 - ore 02:42
 
VOGLIONO RIPRISTINARE I VOUCHER
VOGLIONO RIPRISTINARE I VOUCHER
Presidio di protesta davanti alla prefettura

Stamani la Cgil Toscana e la Camera del lavoro di Firenze sono stati in presidio davanti alla Prefettura in via Cavour, per protestare contro il tentativo del Governo, all´interno della Manovra, di reintrodurre surrettiziamente i voucher aboliti dallo stesso Governo con un Decreto (tramutato in legge dal Parlamento) dopo la spinta dei referendum Cgil.

Dalida Angelini, segretaria generale di Cgil Toscana, e Paola Galgani, segretaria generale di Cgil Firenze, insieme a un delegato della Filcams Cgil, sono state ricevute in Prefettura dove hanno espresso le preoccupazioni in materia. “Prima tolgono i voucher e poi li reinseriscono surrettiziamente nella Manovra: è un attacco alla democrazia e al lavoro, visto che era pronto un nostro referendum per abolirli, sostenuto da oltre un milione di firme di cittadini. Finché questo rischio nella Manovra non sarà scongiurato siamo pronti ad iniziative di protesta e mobilitazione, anche eclatanti, sia nelle aziende sia nei territori della nostra regione”, ha detto Angelini.

 

LA POSIZIONE DELLA CGIL

“È evidente il tentativo, nemmeno malcelato - spiega la Cgil -, di rispondere alla soppressione di uno strumento che era diventato una delle forme estreme di precarizzazione, con altre forme precarie, poco chiare nei limiti di utilizzo e soprattutto rivolte anche alle imprese e alle amministrazioni pubbliche, oltre che alle famiglie. È imbarazzante - inoltre - come si voglia che il Parlamento discuta di come far costare sempre meno il lavoro, di come renderlo sempre più debole e poco tutelato, di come rendere occasionale ciò che occasionale non è e non si consenta di mettere le stesse energie nel pensare a come creare nuova occupazione, a come difendere quella che c´è, a come far ripartire gli investimenti”. Gli emendamenti presentati, aggiunge il sindacato, contengono proposte "che arrivano senza alcun confronto con le parti sociali e intervengono su materie molto complesse e delicate, che determinano effetti rilevanti non solo sulla regolamentazione del mercato del lavoro ma anche su aspetti di natura fiscale e contributiva. Da parte sua, il governo deve intervenire per fare chiarezza e aprire un confronto. E’ inaccettabile che una manovra che dovrebbe correggere i conti sia diventata lo strumento per negare le ragioni di milioni d´italiani”.


17/05/17

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
RIPULITO DALLE SCRITTE PONTE VECCHIO
 
RIPULITO DALLE SCRITTE PONTE VECCHIO
A lavoro anche Sindaco e Assessori

Il sindaco Dario Nardella, la giunta e i volontari della Fondazione degli Angeli del Bello sono s ...

SCOPRENDO SANT´ORSOLA
 
SCOPRENDO SANT´ORSOLA
Un video con Nardella come guida

Un video per fare entrare tutti i cittadini nell´ex convento di Sant´Orsola, cos&igra ...

BUS TURISTICI IN CITTA´
 
BUS TURISTICI IN CITTA´
Il Consiglio di Stato dà ragione al Comune

La delibera del 2016 che istituiva i nuovi contrassegni di accesso V e Z per i servizi di transfe ...

ULTRASUONI CONTRO I CINGHIALI
 
ULTRASUONI CONTRO I CINGHIALI
Risultati positivi nella fase sperimentale

Per difendere le coltivazioni da cinghiali e caprioli arrivano gli ultrasuoni. I primi risultati ...

SICUREZZA STRADALE
 
SICUREZZA STRADALE
Finanziati 8 progetti per 400 mila euro

Andranno a beneficio di 59 enti, tra Comuni e Province, i circa 3,5 milioni del bando regionale p ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.