Firenze in diretta
Firenze, Mercoledì 13 Dicembre 2017 - ore 19:26
 
IL SOGNO DI CAFAGGIOLO
IL SOGNO DI CAFAGGIOLO
Investimento da 170 milioni della famiglia Lowenstein 

Oggi la famiglia Lowenstein ha presentato ´Il sogno di Cafaggiolo´ uno spettacolare progetto di recupero di tutto il complesso monumentale e delle aree legate all´antica tenuta medicea.

Un progetto faraonico che si estenderà per 385 ettari tra boschi e terreni seminativi, con la ristrutturazione sia della villa medicea di Cafaggiolo (patrimonio Unesco) sia della altre 14 strutture presenti sulla proprietà, che versano in condizioni davvero penose.

L´investimento è da far girare la testa, spesa prevista 170 milioni di euro, con un impatto occupazionale di circa 3 mila posti di lavoro, che per una zona storicamente depressa come il Mugello, sono oro colato.

Per realizzare il progetto sarà cambiata la viabilità con l´attuale via Bolognese, nel tratto davanti a Cafaggiolo, che diventerà strada esclusivamente pedonale e sarà riportata addirittura all´origine, cioè senza asfalto. La viabilità ordinaria sarà spostata sul lato sinistro della Sieve e non passerà nella proprietà di Cafaggiolo.

La zona infatti è progettata per essere un luogo accogliente e immerso nella tranquillità e nel verde con 3 campi da polo, 2 campi pratica, 2 campi da dressage e salto, scuderie, un campo da calcio, 2 da calcetto, campi da tennis, un campo pratica golf e un parco avventura.

Nel bosco è prevista anche la creazione di 3 spa, tutte in legno, per non essere impattanti sul territorio, e vari percorsi meditativi. 

Non è stato trascurato neanche l´aspetto culturale che prevede la creazione di un museo de´ Medici e di un museo di arte contemporanea. 

Ma Cafaggiolo sarà soprattutto una struttura ricettiva di eccellenza con 356 suites, 14 ristoranti e 12 bar.

A raccontare la loro visione di Cafaggiolo i coniugi Lowenstein, che hanno spiegato il loro amore per il Mugello. Palpabile è stata la loro emozione quando hanno dichiarato di ritenersi i custodi di un patrimonio artistico e storico di inestimabile valore, che con questo progetto contribuiscono a tutelare e salvaguardare.

Il progetto dovrebbe essere operativo nel giro di quattro anni e le pastoie burocratiche sono praticamente superate, come testimonia la presenza all´evento di oggi dei sindaci di Scarperia-San Piero e di Barberino (la tenuta è divisa tra i due comuni), oltre al presidente dell´Unione dei Comuni del Mugello Omoboni e al Governatore della Toscana Enrico Rossi.

Quando il progetto sarà operativo, tra l´altro il restauro di Cafaggiolo è conservativo, quindi vengono utilizzati solo materiali di recupero per attuarlo, sarà una svolta epocale non solo per il Mugello, ma per l´intera area metropolitana di Firenze.

Sara Aldobrandi


11/04/17

   
  
  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
CAPODANNO IN PIAZZA DELLA RESISTENZA A SCANDICCI
 
CAPODANNO IN PIAZZA DELLA RESISTENZA A SCANDICCI
Una balera per tutte le generazioni

Una balera contemporanea e intergenerazionale, fra tradizione e innovazione, dove scoprire nuove ...

IL PRESIDENTE CEI BASSETTI A MARRADI
 
IL PRESIDENTE CEI BASSETTI A MARRADI
Incontrerà i suoi concittadini

Sarà una giornata storica per Marradi quella di venerdì 15 dicembre, con un suo ill ...

CROLLANO DUE MURI
 
CROLLANO DUE MURI
Distrutte due auto in sosta

Un muro è crollato in via Santa Margherita a Montici, in zona pian dei Giullari, dopo le f ...

10 PERSONE EVACUATE NEL MUGELLO
 
10 PERSONE EVACUATE NEL MUGELLO
Scuola per l´infanzia chiusa a Strada in Chianti

I Vigili del Fuoco di Firenze sono intervenuti a Dicomano, Via Veneto, per il danneggiamento dell ...

MARCIAPIEDI A TRESPIANO
 
MARCIAPIEDI A TRESPIANO
La realizzazione la prossima estate

Un intervento a lungo atteso. Si tratta della realizzazione dei marciapiedi in via Bolognese, per ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.