Firenze in diretta
Firenze, Venerdì 26 Maggio 2017 - ore 07:30
 
CIMITERI DEL CHIANTI VANDALIZZATI
CIMITERI DEL CHIANTI VANDALIZZATI
All´opera i ladri di rame

Gronde, pluviali e coperture in rame non bastano più. I ladri e i vandali in azione, specializzati nelle razzie cimiteriali, colpiscono persino i portafiori in ottone. Nei piccoli camposanti della campagna chiantigiana il fenomeno dei furti si estende e assume le variabili più singolari. Ad essere presi di mira sono i vasi che adornano le lapidi, piccoli oggetti che hanno anche un valore affettivo per i familiari dei defunti. Il cimitero di Lucolena è l´ultimo della lista dei saccheggi che da alcuni anni colpiscono in modo graduale e crescente il territorio comunale di Greve in Chianti causando danni ingenti al patrimonio comunale. Nel camposanto, alle pendici del Monte San Michele, sono stati fatti sparire tutti i portafiori in ottone, posti sulle tombe. “Un gesto deplorevole e irresponsabile – commenta sconcertato il sindaco Paolo Sottani – irrispettoso verso la memoria dei defunti contro il quale avvieremo un´azione di controllo serrato per porre freno alla raffica di furti che sta investendo i cimiteri e alcuni immobili comunali”.

L´intenzione della giunta Sottani è infatti quella di attivare una squadra speciale antivandalismo con l´obiettivo di vigilare costantemente sui cimiteri e sulle aree ritenute sensibili e appetibili dai ladri di metalli preziosi. “Abbiamo dovuto spendere 16 mila euro - aggiunge il sindaco – per risistemare le gronde, le coperture delle parti comuni del cimitero di Greve da cui nel 2014 era stato sottratto un quantitativo considerevole di rame tra lamiere, docce, scanaline e tubi pluviali. Un intervento complesso e oneroso che ha comportato l´allestimento di ponteggi per l´installazione delle parti sottratte che abbiamo sostituito con metallo colorato color rame. Non sufficientemente appagati, i ladri sono tornati a bersagliare il cimitero di Greve anche alcuni giorni fa ma non hanno trovato quello che cercavano, ingannati dalle nuove strutture che del rame avevano solo il colore”. Nei giorni scorsi il rame è stato portato via anche dal complesso di San Michele ed in particolare dall´ostello e dall´edificio principale. Di quest´ultimo episodio ancora non si conosce l´entità del problema. Gli uffici comunali stanno lavorando per la valutazione del danno. “Ai cittadini – conclude il sindaco - consigliamo di utilizzare vasi in materiali di scarso valore”.


01/04/17

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
SGOMINATO GRUPPO CRIMINALE
 
SGOMINATO GRUPPO CRIMINALE
Compivano rapine in Toscana e Veneto

Dalle prime ore della giornata odierna, a Caltanissetta, Catania, Misterbianco (CT), Treviso e Ve ...

SPUNTANO LE BARRIERE
 
SPUNTANO LE BARRIERE
Sul Ponte Santa Trinita e alla stazione di Rifredi

Per tutelare le persone indisciplinate, che saltano sulle ´pigne´ di Ponte Santa Trin ...

UFFIZI E ACCADEMIA DIRETTORI A RISCHIO
 
UFFIZI E ACCADEMIA DIRETTORI A RISCHIO
Il Tar mette in discussione le nomine

Due sentenze del Tar del Lazio potrebbero rimettere in discussione le ultime nomine a direttori d ...

PIANTATI 55 ALBERI 
 
PIANTATI 55 ALBERI 
Grazie alle iniziative degli Angeli del Bello

Dopo la giornata di formazione di ieri, il pomeriggio di oggi circa 60 volontari della Fondazione ...

IL TRIBUNALE APRE UNA WEB TV
 
IL TRIBUNALE APRE UNA WEB TV
E´ il primo in Italia

Il Tribunale di Firenze, primo in Italia a farlo, attiva da oggi una web tv per comunicare con i ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.