Firenze in diretta
Firenze, Domenica 30 Aprile 2017 - ore 07:06
 
SPIRAGLI POSITIVI SULLA GINORI
SPIRAGLI POSITIVI SULLA GINORI
La petizione per salvarla consegnata a Rossi

"Siamo in una fase che ci induce a guardare con un certo ottimismo al futuro dello stabilimento Richard Ginori e anche alla riapertura del vicino Museo: due questioni indissolubilmente legate e che vanno tenute insieme, così come giustamente fanno i lavoratori che hanno sottoscritto questa petizione e che ringrazio per aver scelto la Regione per consegnarla. Ci impegneremo per fare in modo che la vicenda si concluda positivamente".

E con queste considerazioni che il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha accolto gli esponenti della Rsu aziendale dello stabilimento Richard Ginori di Sesto Fiorentino che insieme al sindaco Lorenzo Falchi sono venuti in Regione per presentare le 1.733 firme raccolte finora, un numero che sta aumentando, sulla petizione che chiede di dare una soluzione alla vertenza della vendita dell´area su cui sorge lo stabilimento, condizione indispensabile per permettere nuovi investimenti produttivi da parte della proprietà.

L´ultimo incontro al riguardo, promosso dalla Regione, si è tenuto venerdì 24 marzo, per tentare di costruire una nuova ipotesi di accordo dopo il fallimento della precedente intesa con le banche creditrici. Vi hanno preso parte il consigliere del presidente per il lavoro, Gianfranco Simoncini, lo stesso sindaco Falchi, i commissari liquidatori di Ginori Real Estate, l´amministratore delegato della Richard Ginori, oltre ai rappresentanti delle tre banche creditrici.

Nel corso della riunione la Regione e il Comune hanno fatto presente la necessità che si raggiunga quanto prima un accordo per consentire all´azienda di attuare il piano industriale e i necessari investimenti, dando così certezze ai lavoratori e al territorio.

I partecipanti all´incontro, su proposta della Regione, si sono dati un nuovo appuntamento entro un mese, con l´auspicio che prima di quella data possa essere raggiunto un accordo che metta in sicurezza il futuro della storica azienda sestese.

"Vogliamo che la finanza e i suoi assurdi meccanismi – ha ribadito il presidente Rossi – non provochino una delocalizzazione della produzione. Vogliamo che sia chiuso il confronto economico tra la Dobank, la Bnl, la Popolare di Vicenza e i curatori di Ginori Real Estate e Ginori 1735. Insieme al Comune la Regione farà tutto ciò che serve per favorire questa soluzione a cui dobbiamo arrivare ad ogni costo".

Rossi ha annunciato che della questione parlerà domani a Roma con il ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda, chiedendo anche il suo impegno in questo senso "perchè la rendita e la finanza non possono mangiare il lavoro di tante persone".

"Sul museo – ha concluso il presidente Rossi – oggi c´è la buona notizia che il ministro Franceschini ha dichiarato di volerlo acquistare. E noi come Regione siamo pronti a fare la nostra parte per accompagnare questo processo".


29/03/17

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
VENTUNENNE MORTO SUL LAVORO
 
VENTUNENNE MORTO SUL LAVORO
Un minuto di silenzio durante le celebrazioni del 1 maggio

Un ragazzo di ventuno anni, Fabio Rossini, è morto ieri sera mentre lavorava nella ditta d ...

IL BORGO DI VINCI SU RAI3
 
IL BORGO DI VINCI SU RAI3
Nella puntata di Ulisse dedicata a Leonardo

Sabato 29 aprile, alle 21.15 su Rai3, andrà in onda la puntata di “Ulisse - Il piace ...

RUBAVANO NELLE AUTO IN SOSTA
 
RUBAVANO NELLE AUTO IN SOSTA
Sorpresi con jammer disturba antifurti

Passeggiavano tra le auto in sosta di via Forlanini con in mano uno strano oggetto incartato nel ...

PROGETTO MELANOMA DELLŽANT
 
PROGETTO MELANOMA DELLŽANT
Visite dermatologiche gratuite a Scandicci

Tornano le visite dermatologiche gratuite per i cittadini di Scandicci della fondazione Ant, per ...

MAXI FURTO DI VINI PREGIATI
 
MAXI FURTO DI VINI PREGIATI
Colpo da 200 mila euro

Un magazzino che conteneva numerosi vini pregiati per un sito di vendite on line è stato s ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date unŽocchiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITAŽ DŽALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.