Firenze in diretta
Firenze, Giovedì 19 Ottobre 2017 - ore 11:08
 
SALVARE LA BADIA DI SETTIMO
SALVARE LA BADIA DI SETTIMO
Crf finanzia lo studio di fattibilità

“La Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze finanzia lo studio di fattibilità per la Badia di Settimo, tra i massimi complessi monastici d’Europa”. La notizia è comunicata con una nota ufficiale, nella quale il Direttore Generale della Fondazione Crf Gabriele Gori ha dichiarato: "Rispondiamo subito all’appello del Sindaco Fallani per recuperare un luogo che è patrimonio dell’umanità".

Il primo cittadino di Scandicci, che ieri aveva rivolto un appello per il recupero in tempi rapidi dell’Abbazia di Settimo iniziando proprio con lo studio di fattibilità, ha ringraziato per la tempestiva decisione: “La Fondazione Crf e il suo Direttore Generale dimostrano con i fatti un interesse concreto per la salvaguardia del nostro patrimonio storico e artistico; lo studio di fattibilità è il primo fondamentale passo verso la realizzazione nella Badia della foresteria della Scuola Superiore di Magistratura, obiettivo condiviso da tutte le istituzioni interessate”.

“La Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze finanzia lo studio di fattibilità e funzionale, oltre al piano di finanziario, per il recupero della Badia di Settimo, uno dei complessi monastici più importanti d’Europa”, si legge nel comunicato ufficiale, “Il consiglio della fondazione ha deliberato uno stanziamento di 40.000 euro per questo scopo ed affiderà a breve l’incarico per poter avere la documentazione in tempi rapidi”.

"Abbiamo deciso di rispondere immediatamente – ha dichiarato il Direttore generale della Fondazione CRF Gabriele Gori – all’appello che ieri il Sindaco di Scandici Sandro Fallani ha rivolto alle istituzioni a causa dei rischio di crolli imminenti per il complesso monumentale che risale al decimo secolo ed è abbandonato da oltre 20 anni. Riteniamo che il suo recupero non sia importante solo da un punto di vista artistico, ma possa avere anche riflessi occupazionali con la realizzazione della foresteria della vicina Scuola Superiore di Magistratura. Una soluzione richiesta dalla stessa Scuola e sollecitata pubblicamente dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella".

"Le richieste del territorio sono importanti – ha proseguito Gori - soprattutto quando affrontano tematiche e progetti che possono avere riflessi concreti sul piano economico ed occupazionale".


02/03/17

  Bookmark and Share
 
Altre notizie
Leggi altri articoli
LIBERATO DON MAURIZIO PALLU´
 
LIBERATO DON MAURIZIO PALLU´
´La Madonna ci ha salvato´

E´ stato liberato don Maurizio Pallù il sacerdote fiorentino rapito in Nigeria vener ...

ESPLOSIONE AL BANCOMAT
 
ESPLOSIONE AL BANCOMAT
Furto nella notte alle Caldine

Rapina alla filiale della Cassa di Risparmio delle Caldine la notte scorsa intorno alle 3,30. Pri ...

RAPINA IN GIOIELLERIA
 
RAPINA IN GIOIELLERIA
Ferita una commessa

Questa mattina due malviventi hanno rapinato una gioielleria di via Vacchereccia, a due passi da ...

RAGAZZA FERITA A MONTELUPO
 
RAGAZZA FERITA A MONTELUPO
Ancora nessun indagato

Gli inquirenti sono riusciti a interrogare la ragazza di diciassette anni gravemente ferita nella ...

SACERDOTE RAPITO IN NIGERIA
 
SACERDOTE RAPITO IN NIGERIA
E´ vivo e ha telefonato alla madre

Don Maurizio Pallù è vivo e sta bene. A riferirlo, in una veglia di preghiera organ ...

 
 
I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE
Aiutiamo a cercare casa agli animali in difficoltà. E siamo a disposizione per le segnalazioni di quelli scomparsi.
 
CUCINIAMO INSIEME
Volete preparare un piatto sfizioso fatto in casa? Date un´occhiata alle ricette di Mamma Pina.
 
DI CHE VIA SEI?
Sapete a chi è intitolata la via dove abitate? Un altro modo per conoscere la città.
 
CURIOSITA´ D´ALTRI TEMPI
Un viaggio nella storia della città che ci porterà a nuove scoperte.
 
 
 
scrivi al direttore
 
 
Meteo Toscana
 

 

     
Bookmark and Share  

Testata Giornalistica, Autorizzazione del Tribunale di Firenze n. 5946 del 18 febbraio 2014.
Tutti i diritti riservati all'editore: Viola Srl semplificata - in liquidazione - P.I. 06357850483 sede via Cecioni 123, 50036 Pratolino, Firenze.